Sit in davanti la Prefettura di Trapani dei lavoratori del Consorzio di Bonifica

Pubblicato: mercoledì, 8 giugno 2016
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

sit inFlai Cgil, Fai Cisl e Filbi Uil chiedono alla Regione la riforma del comparto

I lavoratori del Consorzio di bonifica di Trapani stamattina hanno manifestato davanti la Prefettura di Trapani per chiedere la riforma del comparto. Il sit in si è svolto nell’ambito delle manifestazioni di protesta organizzate in tutta la Sicilia da Flai Cgil, Fai Cisl e Filbi Uil regionali per chiedere al Governo Regionale, non solo la riforma del comparto, ma anche l’abrogazione dell’art. 47 della legge regionale 9 del 2015 che diminuisce progressivamente il contributo della regione con conseguente aumento dei canoni irrigui per gli agricoltori, l’avvio di un progetto di difesa del territorio regionale dal rischio idrogeologico con l’utilizzo dei lavoratori delle garanzie occupazionali oltre il limite previsto.

“Il Consorzio di bonifica trapanese – affermano Cristian Marino, Giacometta Giacalone, Massimo Santoro, Giuseppe Casabella e Tommaso Macaddino per Flai Cgil, Fai Cisl e Filbi Uil Trapani – si trova ormai in una situazione di insostenibilità. Il personale è sottodimensionato di circa cento unità rispetto a una pianta organica che ne prevede 176, con un territorio attrezzato da gestire di 20 mila ettari sui comuni di Trapani, Paceco, Marsala, Mazara del Vallo, Castelvetrano e Campobello di Mazara. I lavoratori non possono pagare le scelte folli del Governo regionale che non fa altro che tagliare risorse. Stando così le cose non saremo più in grado di erogare il servizio. Chiediamo pertanto agli amministratori siciliani di rivedere le proprie scelte e, dunque, pensare a una riforma del settore che tuteli giustamente territorio, lavoratori del Consorzio e agricoltori”.

Una delegazione di lavoratori del Consorzio di bonifica di Trapani in mattinata è stata ricevuta dal Prefetto Leopoldo Falco che ha ascoltato i disagi vissuti dalla categoria.

Letto 833 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>