La donna aggredita riprende conoscenza

Pubblicato: mercoledì, 1 giugno 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

E’ ancora in stato confusionale, ricoverata al reparto neurologia dell’ospedale di Trapani. Indagini a 360 gradi dice il procuratore Viola

 

sant'antonio abate ospedaleLa donna di 57 anni aggredita domenica a tarda ora a Valderice e ritrovata priva di sensi in un terreno nella via Toti, poco distante dal centro cittadino, dopo ore di ansia per i suoi familiari e conoscenti, oggi ha ripreso conoscenza. Le sue condizioni restano ugualmente gravi. La donna è stata certamente massacrata di colpi, ha gravi fratture alla mandibola e altre lesioni, e resta ancora in stato confusionale. I magistrati della Procura di Trapani che coordinano le indagini condotte dai carabinieri hanno provato a interrogare la donna, ma per il momento non hanno ricevuto risposte, la donna ovviamente parla a fatica e ha detto di non avere ricordi su quanto le è successo. La donna domenica a tarda ora aveva lasciato la casa dove si era incontrata con alcuni amici, ed è stata aggredita mentre raggiungeva l’auto posteggiata a poca distanza. Ad accorgersi di lei riversa in un terreno è stato un passante. La donna è residente a Custonaci , era da sola e il marito era rimasto a casa. Risvegliandosi in piena notte ha detto ai carabinieri di non aver fatto caso all’assenza della moglie pensando che stesse a casa della madre, le due abitazioni sono peraltro nello stesso edificio. Ma a dare l’allarme è stata proprio l’anziana che non trovando con se la figlia ha avvertito il marito. Mentre scattava la denuncia ai carabinieri la notizia che la donna si trovava già ricoverata in ospedale a Trapani. Indagini a 360° gradi dicono dalla Procura di Trapani che ha disposto peraltro una serie di accertamenti medico legali anche rispetto alla presunta violenza che però al momento pare essere esclusa, la circostanza che la donna sia stata trovata priva degli indumenti intimi potrebbe essere anche il tentativo di un depistaggio da parte dei responsabili del la gravissima aggressione.

Letto 2970 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>