Abc riempe la piazza nel comizio di sabato sera

Pubblicato: martedì, 31 maggio 2016
Vota l\'articolo
23
Vota l\'articolo
15

13329672_10209911006682011_1965641147_nALCAMO. Si è svolto sabato scorso – in una piazza Ciullo gremita di gente il comizio del candidato Sindaco Sebastiano Dara e delle liste ABC – Alcamo Bene Comune e Alcamo Cambierà. Si sono susseguiti sul palco diversi candidati al Consiglio Comunale di entrambe le liste, tutti gli Assessori designati e, ovviamente, il candidato Sindaco stesso. In quello che probabilmente è stato per ABC l’evento più importante di tutta la campagna elettorale, sono stati toccati diversi punti di proposta del programma elettorale con interventi mirati a spiegare, anche tecnicamente, come poter realizzare molte delle opere proposte. Passionale e molto acclamato dal pubblico l’intervento del sindaco di Petrosino Gaspare Giacalone, che avendo avuto un percorso politico simile a quello di ABC ha parlato di come, senza Santi in Paradiso, si possa amministrare con successo un Comune con le casse vuote, portando ad una rinascita economica e culturale della città. Con Giacalone Abc condivide il neonato progetto Network che unisce i movimenti civici della provincia trapanese, tra cui anche i castellammaresi di Cambiamenti.

Nel corso della serata ABC ha molto puntato sul racconto dell’esperienza di 4 anni in Consiglio Comunale e tante sono state le “frecciate” lanciate nei confronti dei competitors politici, primi tra tutti Lauria e il Movimento 5 Stelle. A Lauria sono state rimproverate innanzitutto le liste che lo supportano, liste che – a detta di ABC – sono fatte da molte persone all’ennesimo mandato elettorale e che sono quindi da considerarsi direttamente responsabili dello scempio della macchina amministrativa in cui si trova la città di Alcamo attualmente.

Al Movimento 5 Stelle, invece, è stata fatta notare, tra le altre cose, la passerella di politici, Europarlamentari, Onorevoli e Deputati – i cui stipendi sono pagati con i soldi dei cittadini – che, in pieno stile vecchia politica, hanno presenziato ai comizi in sostegno al candidato Sindaco Domenico Surdi. A quest’ultimo è stato inoltre pubblicamente chiesto il motivo per cui si è rifiutato di firmare il documento di legalità proposto a tutti i candidati da una nota emittente locale, in cui si garantivano le dimissioni del Sindaco in caso di indagati nella giunta. Documento sottoscritto da tutti tranne che da Surdi e dal candidato di Progetto Alcamo Antonino Vallone. Ad una settimana dal voto e forte di una piazza piena di gente, ABC ha fatto sentire le proprie idee , le proprie proposte e le aspre critiche nei confronti degli avversari politici facendone direttamente i nomi. Le risposte alle domande lanciate dal palco si scopriranno probabilmente nel corso di quest’ultima rovente settimana di campagna elettorale.

 

 

 

Letto 4433 volte.
2 Commenti
Dì la tua
  1. Lillo scrive:

    Santi in paradiso magari no, speriamo nemmeno mammasantissima!

    Strano come ancora ABC non prenda le distanze in maniera decisa contro MAFIA e CRIMINALITA’ ORGANIZZATA.

    Il protocollo di legalità prevede anche incompatibilità professionali e parentelari con esposnenti storici della mafia alcamese, esempio Melodia.

    Strano che non si parli che il candidato a sindaco DARA non è altro che il nipote di quel Melodia che rapì e violentò Franca Viola.

    • Alessandro scrive:

      Ma davvero ancora siete convinti di giudicare le persone in base agli alberi genealogici? Io ero in piazza e proprio Sebastiano Dara ha parlato di come sia contrario alla Mafia e di come bisogna combatterla all’interno della macchina amministrativa. Ho visto anche la trasmissione ad Alpa uno dove ha firmato e sottoscritto che in caso dovesse salire e dovesse avere problemi del genere sarà il primo a dimettersi.
      Impariamo a giudicare le persone in base a ciò che sono e che fanno. A me risulta che Sebastiano Dara abbia fatto per 4 anni il consigliere comunale da vero oppositore contro un sistema politico non certo genuino. Ne sono la prova i processi per voto di scambio e la condanna a Perricone.
      E poi conoscendo molti ragazzi di abc credo che la scelta di Dara sia stata una grande risposta per la città. Competenza e coerenza prima di tutto.
      Anche Peppino Impastato era figlio di un mafioso eppure sappiamo la sua storia.
      Piu che agli alberi genealogici li inviterei a vedere le frequentazioni che hanno taluni e da chi sono sostenuti in questa campagna elettorale.
      Ai ragazzi di ABC tutto si può dire ma certamente sono ragazzi onesti e di sani principi.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>