Corrao: Solidarietà al presidente dei Nebrodi Antoci

Pubblicato: mercoledì, 18 maggio 2016
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

Ignazio CorraoALCAMO. Corrao in commissione europea aveva già fatto delle denunce sulla gestione dei fondi comunitari da parte della mafia, il vile attentato consumatosi nella notte scorsa dimostra quanto ancora ci sia tanto da fare. Il presidente dei Nebrodi è rimasto illeso grazie ad un pronto intervento della sua stessa scorta. L’attentato è da intendersi tale per le azioni fatte di Antoci allo scopo di garantire la corretta gestione dei fondi e dei beni.

“Sono vicino al presidente del parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci per l’ennesimo vile attentato subito nella notte” dice Corrao da Alcamo, e proprio lo scorso autunno spiega: “Quando ho portato a conoscenza del Parlamento Europeo il fatto che la mafia in Sicilia gestisca i fondi europei, si è sollevato forte un coro di preoccupazione da parte dei media stranieri e dei rappresentanti degli stati membri. L’Italia invece ha dato solo risposte flebili grazie ad una politica tesa il più delle volte a delegittimare il ruolo della magistratura. Altro nodo fondamentale sono le scarsissime risorse destinate alle forze dell’ordine, costrette a fare i salti mortali per presidiare il territorio causa scarso numero di uomini e mezzi. Il delicato Ministero retto dal siciliano Angelino Alfano, tenda a fornire più auto a Polizia e Carabinieri che auto blu. Ad Antoci, alle donne e gli uomini che sino sono visti scippare terreni a propria insaputa talvolta con la connivenza di personaggi noti, vanno oltre che la solidarietà del gruppo M5S in Europa, anche l’assoluta garanzia del fatto che sebbene da forza di opposizione, stiamo facendo il possibile per mettere pressione politica e istituzionale sulla maggioranza a tutti i livelli, regionale, nazionale ed europeo. La questione mafia e agricoltura – conclude Corrao – è tutt’altro che chiusa e come ho già detto, la criminalità è passata dalla lupara alla giacca e cravatta, salvo poi tornare a farsi sentire a suon di proiettili quando vengono scalfiti gli interessi illeciti, come successo nella notte per l’ennesima volta al presidente Antoci”.

Letto 994 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>