Cusumano: Agricoltura, Turismo, Cultura e particolare attenzione agli “Ultimi”

Pubblicato: martedì, 17 maggio 2016
Vota l\'articolo
17
Vota l\'articolo
9

Cusumano InterventoIl Teatro “Cielo d’Alcamo” gremito è stato sede della presentazione dei candidati consiglieri comunali di PD, UDC e dell’intervento del Candidato a Sindaco di Alcamo Vincenzo Cusumano. Quest’ultimo sin dalle prime battute ha espresso come dovrebbe essere la sua amministrazione? “Innovativa, Presente e Amica che segua due linee: la prima far risollevare Alcamo e il suo territorio riportandolo all’alto livello che ha caratterizzato la sua storia. La seconda rivolta a riconquistare il ruolo di leadership, anche per la sua posizione strategica”. Per fare tutto questo bisogna come prima cosa riorganizzare la macchina burocratica. E sia per questo che per risolvere gli altri problemi ci vuole determinazione e concretezza, quindi non dare soluzioni che sono solo di grande impatto emotivo e quindi non sono fattibili, ma soluzioni concrete che cambino davvero le criticità affrontate. Ci vuole confronto anche con regione e stato centrale e qui afferma Cusumano che gli interlocutori ci sono, ma sopratutto ci vuole determinazione, “non dobbiamo andare con il cappello in mano, ma con progetti validi e concretamente realizzati” e continua Cusumano “è bello riempirsi la bocca di parole o frasi come “quanto è bella la campagna e quanto è bella la città”, ma bisogna anche sapere che ci sono molti problemi nel campo del commercio dei beni agricoli e dei prodotti tipici. Stiamo parlando di prodotti enogastronomici che sono delle eccellenze, un settore che da maggiore occupazione, specialmente tra i giovani, è proprio l’agricoltura, quindi si deve portare avanti tutto quello che può essere migliorativo per i nostri operatori come agricoltori e commercianti in prodotti agroalimentari. Quindi dobbiamo essere uniti e determinati nel mettere in campo soluzioni”.

Continuando nel suo intervento il candidato ha dato particolare risalto al collegamento del campo dell’agricoltura con quello del turismo, due mondi si compenetrano, infatti Cusumano ha citato il paesaggio agreste, “migliore di quello toscano”, come fonte di visite turistiche e i bagli come attrattori essenziali per un’agricoltura che sa utilizzare tutti i fattori innovativi per crescere sempre di più. Il Candidato ha insistito molto su quest’aspetto, perché oltretutto lo vede come esperto del settore per motivi professionali. Invece dal punto di vista lessicale la cosa che più si è notato è l’utilizzo della parola “noi”: non scelte di pochi, ma scelte condivise e trasparenti che hanno bisogno del pieno supporto dei cittadini.

Continuando sulla valorizzazione di un territorio, Cusumano ha citato non solo la campagna ma anche il fatto che Alcamo  può vantare mare, montagna e campagna, che unite in un unico itinerario diventano uno stupendo “viaggio” che esalta la bellezza delle tre mete e dal punto di vista artistico-culturale significa visionare opere che sono nella storia del patrimonio mondiale e che creano ricchezza per i cittadini alcamesi, “con la Cultura si mangia”.

Ma per valorizzare tutto questo bisogna dare ai turisti dei servizi e agli operatori commerciali degli elementi essenziali come per esempio ad Alcamo Marina la fognatura così che ” gli operatori commerciali non debbano chiamare l’autospurgo perché il cliente si lamenta che non c’è la fognatura”. Cusumano oltre a quello che manca ha parlato di infrastrutture che ci sono come l’aeroporto ma che dobbiamo difendere da chi lo vuole depotenziare, invece è necessario potenziarlo perché ha portato più turisti in provincia.

Cusumano ha poi concluso parlando degli “Ultimi”, ” gli ultimi devono essere  i primi e noi abbiamo servizi sociali buoni e quindi dobbiamo migliorarli, non dobbiamo attivare i servizi sociali “per” ma “con”, con coloro che sanno quali sono le esigenze dei nostro concittadini in difficoltà, e l’esigenza è creare un fondo di solidarietà”.

Il candidato ha finito l’intervento esclamando: “Forza Alcamo”.

 

Letto 1967 volte.
5 Commenti
Dì la tua
  1. Giovanni scrive:

    Bravo Cusumano, ma i risparmi e i tagli alle indennità di consiglieri e assessori. La riduzione degli sprechi!!
    Forza ci vuole più coraggio.

  2. ignazio scrive:

    Sempre la solita minestra……….e basta!!!!!

  3. alcamese. scrive:

    Fatti non parole. La gente alcamese e non, vogliono che questa cittadina torni ad essere il punto di riferimento più importante dell’intera area del golfo. I punti di accesso veicolare sia automobilistico ma soprattutto di mezzi pesanti, non esistono. I tir provenienti da Palermo, hanno accesso solo da porta Trapani, quindi si comprende che c’è l’esigenza forte di creare accessi più grandi per fare entrare ad Alcamo i mezzi pesanti. Qualche candidato sindaco scrive nel suo programma di spostare la ferrovia di Alcamo marina in collina. Sarei curioso conoscere come, ma sarei contento ancora di più che ci fosse la stazione ferroviaria proprio ad Alcamo. I problemi di Alcamo li conosciamo tutti, inutile elencarli, basta che si inizia, per ridare dignità a questa nostra Alcamo che di certo non merita di essere discriminata in questo modo.

  4. Giuseppe scrive:

    La lotta alla MAFIA deve essere aperta e senza se e senza ma. Perchè non dice come stanno le cose.
    Non si può sottacere tutto quello che tutti sanno. Ci sono sindaci il cui entourage per professione o altro e composta da veri e propri rappresentanti mafiosi.
    Perchè non si denuncia.
    Perchè il Comune di Alcamo deve rischiare di essere sciolto per MAFIA?

  5. sparta scrive:

    CHE BELLO RIVEDERE CANDIDATI DEL PD.
    ADESSO COSA POSSONO PROMETTERE DOPO AVERCI TOLTO L’OSPEDALE.
    …AH SCUSATE…
    “Alcamo può vantare mare, montagna e campagna, che unite in un unico itinerario diventano uno stupendo “viaggio”(PAROLE DI CUSUMANO).
    DOVREMMO LEGGERLO COME PROSSIMO OBIETTIVO DI ELIMINAZIONE?.
    MEDITATE GENTE.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>