Palmeri (M5S): L’Ospedale di Alcamo “utilizzato ancora oggi a fini di campagna elettorale”

Pubblicato: domenica, 1 maggio 2016
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
18

Palmeri M5SLa Deputata Regionale Valentina Palmeri, del Movimento 5 Stelle, in un comunicato ha espresso la sua posizione in riferimento alle ultime polemiche sula chiusura o meno di reparti dell’Ospedale di Alcamo. Pubblichiamo per intero il comunicato:

“A tutti coloro che si sono svegliati adesso, in occasione della campagna elettorale, esprimendo preoccupazione per il presidio ospedaliero di Alcamo, non posso che rispondere con un sorriso amaro. Infatti è molto triste apprendere che un problema così grande, come il suo depotenziamento operato ad arte da circa 20 anni a questa parte, con il consenso/silenzio di buona parte della politica alcamese, venga ancora oggi usato a fini di campagna elettorale.
L’attenzione rivolta all’ospedale di Alcamo da parte del M5S è stata sempre altissima, sin dal mio insediamento, e non per fini elettorali, non a caso la mia prima interpellanza, presentata all’ARS nel gennaio del 2013, chiedeva e otteneva «Notizie sul presidio ospedaliero ‘S. Vito e Santo Spirito di Alcamo’» e anche sul nuovo ospedale che doveva sorgere ad Alcamo. Una delle mie ultime interrogazioni chiede nuovamente notizie sull’iter del nuovo Presidio Sanitario Polivalente di Alcamo.
Inoltre molteplici sono state le nostre battaglie per portare ad un efficientamento dei servizi, abbiamo sempre affermato che non è accettabile che un territorio con un bacino di utenza che può arrivare anche a 100 mila abitanti sia privo di un vero ospedale e di servizi ambulatoriali pubblici adeguati.
Nello specifico, per ricordarne qualcuna, ho partecipato a diversi tavoli, organizzati nel presidio di Alcamo, all’ASP di Trapani, in VI commissione all’ARS, commissione di cui non sono componente, a diversi incontri col personale medico e infermieristico, e ho visitato i diversi reparti ospedalieri per verificare le condizioni sia del personale che dei pazienti, come il reparto di psichiatria, dove gli stessi medici in quell’occasione mi sottolinearono che mai nessun politico aveva messo piede in quel reparto.
In queste occasioni, in un momento in cui si ventilava anche la chiusura del presidio o di reparti, mi sono battuta per mantenere l’esistente senza nessuna riduzione, ossia per i posti letto esistenti, per mantenere il reparto di lungodegenza, e anche per chiedere che il pronto soccorso non venisse smantellato ma, al contrario, che venisse potenziato con l’istituzione dei posti letto in astanteria, prima inesistenti, e del triage, anch’esso prima inesistente. C’è molto da fare e si potrebbe fare tantissimo se fossimo amministrazione, allo scopo ad esempio di ridurre le liste di attesa per le visite specialistiche e attivando immediatamente i posti di lungodegenza e riabilitazione che sono previsti dall’atto aziendale approvato dalla regione ma che nei fatti è rimasto su carta, anche allo scopo di sottrarre posti letto alle cliniche private, RSA, che come abbiamo spesso sottolineato, costano fino a 160 euro al giorno al cittadino, ma di certo quello che abbiamo fatto, nei limiti del ruolo che ci ha dato l’elettorato, che è di opposizione all’ARS, nessuno può metterlo in discussione.
Mi fa sorridere chi oggi cerca maldestramente di affibbiarci qualche responsabilità politica per i depotenziamenti subiti dall’ospedale di Alcamo, dimostra scarsissima coerenza politica, passando da una forza politica all’altra con la stessa frequenza con la quale si cambiano i calzini, e con partiti che hanno partecipato alla spartizione dei reparti negli ospedali della provincia di Trapani sempre a svantaggio dell’ospedale di Alcamo, decidendo a tavolino il declassamento del presidio ospedaliero di Alcamo”.

Letto 2706 volte.
3 Commenti
Dì la tua
  1. Ignazio scrive:

    Non sei la prima ne sarai l’ultima a fare battaglie per il nosocomio alcamese, purtroppo anche Alcamo si deve adeguare al decreto Balduzzi che tu sicuramente conoscerai, per cui anche tu non sei di meno a usare l’ospedale di Alcamo per risalto elettorale proprio ciao

  2. Gino scrive:

    Non vedo l’ora che il M5S amministrino.
    Voglio l’ospedale e il Frontex a Trapani come promesso in campagna elettorale.
    Spero non siano i soliti specchietti per le allodole che i partiti agitano prima delle lezioni.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>