Il video del litigio

Pubblicato: lunedì, 18 aprile 2016
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
5

Tribunale TrapaniIn esclusiva vi offriamo la visione della parte incandescente dello scontro rimasto verbale tra gli avvocati Cavarretta e Marino nel corso dell’assemblea per l’elezione del presidente della Camera Penale

E’ il tema del giorno. Durante l’assemblea dei penalisti trapanesi tenutasi sabato scorso un violento scontro verbale si è acceso tra due tra i più noti penalisti trapanesi, Ferruccio Marino e Michele Cavarretta. La vicenda è nota almeno per i nostri lettori. La frase “maleducato” rivolta con certa severità per due volte dall’avv. Marino all’avv. Cavarretta, dopo che quest’ultimo lo aveva interrotto mentre interveniva osservando, con modi certo accesi ma con normale dialettica, la pretestuosità della sua posizione, ha provocato attimi di concitazione. Oggi vi proponiamo in esclusiva il video di quei momenti. La visione conferma quello che noi vi avevamo riferito , e cioè che l’assemblea si è rivelata a un certo punto incandescente, quasi da scontro fisico, senza che però nessuno dei due “contendenti” si è concretamente mosso in questo senso. Abbiamo usato il “quasi” solo per descrivervi la scena non abbiamo mai detto che i due erano pronti a venire alle mani. C’è stata solo tantissima agitazione, chiosata, come potret sentire dal video, dall’avv. Vito Galluffo con la frase, “a un certa età si perde il controllo”. Come si potrà vedere dal video non appare essere bugiarda la cronaca da noi offerta, che ha ricevuto una smentita (invocata con le norme di legge sulla rettifica) dal neo presidente della Camera Penale avv. Salvatore Alagna. Aggiungiamo. Ciò che si vede dal video conferma che all’interno della Camera Penale trapanese covano tensioni non di poco conto e che durante l’assemblea si sono palesati, pensiamo che la crisi sia solo esplosa in occasione dell’assemblea ma già c’era. Ripetiamo convinti e seri il nostro auspicio e cioè quello che i penalisti trapanesi riprendano il loro cammino senza più offrire questi momenti rissosi nell’interesse dell’intera realtà forense e del mondo della giustizia.

Letto 4522 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>