Pallacanestro Trapani in casa cede a Rieti

Pubblicato: lunedì, 11 aprile 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

renziTrapani – Questo pazzo campionato dà e toglie. Alla terzultima giornata di stagione regolare, nello specifico, si riprende ciò che aveva concesso sei giorni fa alla Pallacanestro Trapani, con un altro finale in volata, dai risultati, però, opposti. Fallisce, così, la possibilità del filotto di vittorie per i granata, che non riescono ad avere la meglio su Rieti. La formazione laziale, pur priva di Longobardi, arriva al Pala Conad con tutte le intenzioni di fare un brutto scherzo agli avversari e parte forte. Per ingranare in attacco, Trapani si affida da subito ai suoi pezzi da novanta: Mays e Renzi. La sfida rimane in equilibrio, ma Rieti inizia a mordere anche in difesa e piazza il break (5-12 al 5’). Gli ospiti continuano a colpire in transizione, mentre gli esterni granata fanno fatica a trovare la precisione al tiro da fuori. Ganeto ha il merito di aprire la scatola con una tripla provvidenziale e l’aria cambia improvvisamente, anche grazie al fantastico alley-oop che conclude il possesso successivo, sull’asse Mays-Okoye. Bastano pochi secondi, così, a riportare Trapani prima a contatto (14-14 al 9’) e poi in vantaggio, al termine della prima frazione. Coach Nunzi mischia le carte e passa a zona. Renzi inizia a far sentire il proprio peso e la classe che gli appartiene, tenendo i suoi avanti. E’ una fase di gioco combattuta, durante la quale Mays e compagni cercano di scrollarsi di dosso gli ospiti, ma Rieti continua a dar battaglia con coraggio (27-24 al 15’). Non solo l’equilibrio non si schioda, ma con un grande Parente Rieti trova la forza per riportarsi in vantaggio, quando si arriva all’intervallo lungo. Le offensive granata rimangono insolitamente poco fluide anche al rientro delle squadre in campo. Il solo Ganeto appare in palla (suoi i primi 7 punti granata del terzo quarto), mentre Rieti continua a colpire con scelte lucide ed equilibrate. Su questa falsa riga, si arriva all’ultimo periodo, con il punteggio che sorride ai laziali e un fantastico Renzi che tiene il quintetto trapanese in linea di galleggiamento. Di puro talento, Filloy piazza la zampata che vuol dire vantaggio granata, sigillando un parziale di 7-0 con una schiacciata in campo aperto (61-58 al 33’). Buckles risponde da fuori, ma 5 punti in fila di Ganeto dimostrano che l’attacco granata ha finalmente trovato un pizzico dell’agognato ritmo. Rieti non molla e la gara diventa bellissima. I giocatori in campo combattono e alternano a specchio errori e prodezze, mantenendo la contesa accesa fino alla fine (71-72 al 38’, con una “bomba” di Parente). Alla fine la spunta Rieti, con il destino beffardo che vede proprio Renzi (come spesso è accaduto in questa stagione, il miglior granata in campo) sbagliare i due liberi decisivi a 7 secondi dal termine. Le possibilità di fare i playoff rimangono intatte, con la possibilità di tentare un altro colpo esterno, per la Pallacanestro Trapani, nel derby che tra sette giorni vedrà gli uomini di coach Ducarello impegnati sul parquet di Agrigento.

Pallacanestro Trapani – NPC Rieti 73-74 (18-16; 33-38; 54-58)

Pallacanestro Trapani: Mays 5, Renzi 21, Okoye 4, Chessa 6, Ganeto 20, Viglianisi 5, Filloy 12, Gloria ne, Molteni ne, Costadura ne. All. Ducarello.

NPC Rieti: Hidalgo, Buckles 14, Mortellaro 4, Della Rosa 2, Benedusi 5, Feliciangeli 10, Veccia, Parente 22, Pepper 17, Ponziani ne. All. Nunzi.

Luciano Nunzi (coach NPC Rieti): “E’ stata una bella partita, conclusa con una vittoria per noi molto importante. La strada è ancora lunga, ma con questo successo manteniamo le nostre possibilità di conquistare la salvezza diretta. Abbiamo avuto pochissimo tempo per preparare l’incontro, tuttavia paradossalmente è stata una delle gare in cui siamo stati più presenti dal punto di vista mentale. Ci interessava provare a togliere i punti di riferimento principali ai nostri avversari e, almeno parzialmente, ci siamo riusciti. Poi, quando Trapani è cresciuta a rimbalzo d’attacco e con la propria fisicità, abbiamo bruciato il piccolo vantaggio che ci eravamo costruiti. Nel finale sono stati gli episodi a fare la differenza. Nelle ultime partite ci stiamo esprimendo con molta più attenzione, dando il massimo e giocando insieme: vogliamo senz’altro continuare su questa strada”.

ducarelloUgo Ducarello (coach Pallacanestro Trapani): “Dobbiamo fare i complimenti a Rieti, perché ha fatto una buonissima partita. Per quanto riguarda la mia squadra, però, mi sento deluso e arrabbiato. Non abbiamo perso la partita a causa degli ultimi episodi, ma per quanto è stato fatto dal momento della palla a due. Avremmo dovuto giocare con un’attitudine completamente diversa e, invece, sotto questo punto di vista siamo stati insufficienti. Quando si hanno davanti squadre che lottano per la salvezza non ci si può permettere di essere molli. La nostra energia è mancata, soprattutto considerando che abbiamo giocato in casa nostra. A differenza di quanto è accaduto a Roma, oggi dobbiamo parlare di nostri demeriti. Ci sono state delle prestazioni individuali non soddisfacenti, ma è a livello di squadra che non abbiamo disputato una buona partita. Dobbiamo tornare subito in palestra con un atteggiamento diverso, a partire dal lavoro settimanale”.

Letto 302 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>