Caos per il tesserino scaduto della pesca sportiva del MIPAAF

Pubblicato: sabato, 2 aprile 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

logo_mipaafLa necessità di un chiarimento circa la corretta interpretazione della norma vigente in materia di pesca ricreativa. Questo in sintesi  la lettera inviata al Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, On. Maurizio Martina, in riferimento al fatto che il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha sospeso il rilascio di nuovi tesserini per il censimento dei pescatori sportivi, che sembrerebbero tutti scaduti il 31 dicembre 2015. Da tempo si attende un nuovo provvedimento ministeriale, che però non ha ancora visto la luce, in assenza del quale i pescatori ricreativi si troverebbero impossibilitati a praticare tale attività, anche se sussistono incertezze sul fatto se i tesserini debbano essere considerati scaduti, ancora validi, o prorogati di fatto.
“Malgrado i nostri solleciti– si legge nella nota a firma di Pagoto e Donati – fin ad oggi non ci sono stati forniti chiarimenti. Tuttavia, alle Egadi numerosissimi cittadini hanno presentato istanza di autorizzazione presso l’AMP, che non ha potuto provvedere al rilascio; e in alcuni casi, alcuni soggetti sono già incorsi in sanzioni da parte degli Organi preposti per legge. Ne consegue una situazione di malessere nella comunità locale, che sta generando avversione nei confronti dell’Ente gestore”. “Quindi, in attesa che si chiarisca la situazione – conclude Pagoto – stiamo provvedendo a prorogare le autorizzazioni alla pesca ricreativa ai residenti rilasciate nel 2015, fino alla data del 30 aprile.”

Letto 668 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>