Ncd-Area Popolare: Coppola trovi il coraggio per voltare pagina nell’interesse della città

Pubblicato: venerdì, 19 febbraio 2016
Vota l\'articolo
7
Vota l\'articolo
5

palazzo crociferi castellammare 2Maggioranza dilaniata da dissidi interni e città in completo stallo. Ncd-Area Popolare delusa dopo un anno di opposizione costruttiva: il Sindaco costruisca una nuova alternativa nell’interesse collettivo.

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Arriva diretto e limpido il messaggio del gruppo consiliare NCD-Area Popolare, indirizzato al primo cittadino di Castellammare del Golfo, Nicolò Coppola: il Sindaco – si legge in una nota stampa a firma del capogruppo Giuseppe Norfo – trovi il coraggio di voltare pagina imprimendo una svolta all’attività amministrativa.  Il gruppo politico chiede di mettere un freno al clima politico che si è instaurato negli ultimi tempi e che, alimentato da veleni, accuse e cambi di casacca, sta facendo vivere ai cittadini di Castellammare una preoccupante fase di stallo.

Ad un anno dall’ approccio costruttivo proposto da parte di NCD-Area Popolare per l’interesse della città, i consiglieri non fanno a meno di notare come la maggioranza si sia sgretolata e dilaniata da dissidi interni.

Un’esperienza politica – spiega il capogruppo di NCD-Area Popolare – della compagine di governo che ha esordito perdendo un consigliere eletto tra le file del PD e che ha continuato a dare “spettacolo” con lo scambio epistolare al veleno tra l’Assessore Marchese, Il dirigente del Settore Lavori Pubblici e il Presidente del Consiglio Comunale. Scontro quest’ultimo che ha addirittura portato il Partito Democratico e parte del Gruppo Consiliare denominato “Articolo 4” a prendere le distanze a mezzo stampa dal presidente Bucca, arrivando a votare, nel caso del PD, la mozione di revoca al Presidente del Consiglio. E come se non bastasse la maggioranza è stata anche costretta a registrare la perdita, perché transitati all’opposizione, dell’ex vicesindaco e del suo fido Paradiso.

Riteniamo – prosegue Norfo – che quanto accaduto non giovi ai cittadini di Castellammare. Questo “cortile politico” ha finora prevalso su temi importanti quali porto, depuratore, gestione del servizio rifiuti, mentre i nostri giovani partono, partono e partono, in cerca di fortune altrove. E’ successo anche ad un consigliere comunale, ed è grave che un rappresentante del popolo, democraticamente eletto, debba abbandonare gli scranni del Consiglio perché la Città non offre adeguati sbocchi lavorativi e quindi sia costretto ad emigrare!

Per i consiglieri comunali in questi anni sono state sprecate occasioni d’oro utili per la crescita del paese.

Abbiamo scelto – conclude Norfo – in questo anno di fare un’opposizione costruttiva nell’interesse della città. Ai cittadini non interessa niente delle beghe tra assessori, consiglieri e dirigenti. Ai cittadini interessa conoscere lo stato dell’arte sui lavori del porto, sul depuratore e di tutto quanto sia necessario fare per il reale sviluppo del nostro territorio. Non possiamo più tollerare che tanti giovani siano costretti ad abbandonare il nostro comune perchè non c’è lavoro.

Infine il capogruppo chiede un totale azzeramento della politica castellammarese e rilanciare tutto sulla base di alcuni punti programmatici d’interesse collettivo: prenda atto che la maggioranza si è sfaldata, se non vuole portare la nostra città nel baratro, abbia il coraggio di azzerare tutte le cariche politiche e costruisca una nuova alternativa che porti il paese a fine legislatura con dei punti programmatici ben precisi. Su questa linea e solo su questa, nell’esclusivo interesse dei cittadini, il gruppo del Nuovo Centro Destra è pronto a dare il proprio contributo.

Adesso spettarà al Sindaco Coppola se accettare o meno l’assist del gruppo consiliare in prospettiva di un deciso cambio di passo per la città.

Letto 1357 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>