Il rione in soccorso del rapinatore. Video

Pubblicato: mercoledì, 17 febbraio 2016
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
1

Polizia CarabinieriE’ successo lunedì sera nel rione di San Giuliano, ma i carabinieri e la polizia sono riusciti a compiere l’arresto di un giovane che poco prima con un complice aveva compiuto una rapina

Rocambolesco arresto di un rapinatore, a Trapani. Si tratta di Alessandro Sansone, 23 anni. Il giovane assieme ad un altro complice riuscito a sfuggire ai militari, lunedì scorso a tarda sera, aveva rapinato una tabaccheria in via del Legno a Trapani, nei pressi del cimitero, riuscendo a portare via l’incasso della giornata. Una scena interamente ripresa dalle telecamere di video sorveglianza collocate all’esterno e all’interno del locale. Momenti concitati con il titolare della tabaccheria che ha cercato di opporre resistenza ai due malfattori con un paio di clienti che si vedono scappare via alla vista dei banditi. Riuscendo nel colpo i due fuggendo si sono però imbattuti in una pattuglia di carabinieri che riusciva a individuarli mentre i due erano intetni a dividersi il bottino nei pressi della zona dell’Università, nelle vicinanze del rione popolare di San Giuliano. I carabinieri a quel punto in attesa dell’arrivo di altre pattuglie per bloccare definitivamente i due, decidevano di intervenire, nel frattempo in zona arrivava anche una pattuglia della Volante. I due malfattori a quel punto dirigendosi in una piazza del vicino rione popolare per scappare ai militari e agli agenti cercavano aiuto nelle persone del luogo, Sansone in particolare si metteva ad urlare richiamando l’attenzione di chi abita in zona e così alcune persone sono scese in strada del tutto intenzionati a salvare i due dall’arresto, non esitavando a dare manforte ai due banditi, tant’è che uno riusciva a fuggire via, mentre a fatica e rischiando anche il peggio i carabinieri con il supporto della Polizia, agenti della Squadra Volante, riuscivano a bloccare Sansone, disarmandolo e rendendolo inoffensivo. L’arma, sottoposta a sequestro, risultava essere un revolver scacciacani, priva di tappo rosso e con tre colpi inseriti nel tamburo. L’intera refurtiva, circa € 500,00 veniva recuperata e restituita alla vittima. Sansone adesso si trova recluso nel carcere di San Giuliano a Trapani

Letto 2108 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>