La diocesi organizza appuntamenti per la preparazione al parto

Pubblicato: martedì, 9 febbraio 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

partoTRAPANI.Venerdì 19 febbraio, alle ore 16,00, alla Biblioteca Diocesana, palazzo del Seminario Vescovile, via Cosenza 90,  si terrà il secondo appuntamento del ciclo Lotus Lab;laboratori a sostegno di genitori e bambini.Si parlerà del parto, quell’indimenticabile momento a cui anche dopo molta preparazione sembra non giungere mai abbastanza pronti; ma  si  può andare incontro al parto con la consapevolezza del potere del proprio corpo di donna.Venerdì il  secondo appuntamento del ciclo “Lotus Lab – Incontri a sostegno della genitorialità e dell’accudimento del bambino nella prima infanzia”, dal titolo La nascita: capacità innate del corpo femminile durante il travaglio ed il parto, a cura di Annalisa Alesi e Biagio Pollina, entrambi ostetrici. Si parlerà di parto naturale in un ambiente accogliente e informale, dando spazio a domande e ad esperienze dirette, e mettendo al centro il benessere sia della donna sia del neonato. L’incontro è pensato oltre che  tutte le donne, mamme, gestanti e future mamme anche  per i  futuri papà. Durante l’incontro la biblioteca diocesana e la sua sezione per bambini “Il Piccolo Principe” saranno aperte e attive con i laboratori di lettura dalle ore 16.00-17.00 laboratori per bambini dai 3 ai 5 anni.L’ingresso è  libero. Tutte le  info su : lotuslabtrapani@gmail.com – 3280742017 Su facebook: Lotus Lab Trapani. Con il progetto Lotus Lab, la Fondazione Pasqua 2000 e la Biblioteca diocesana  vogliono offrire alle famiglie uno spazio aperto al dialogo e alla condivisione di esperienze e bisogni legati all’accudimento del bambino ,come ha spiegato la referente di LotusLab Giuseppina Vullo.  L’intento è di mettere  in relazione futuri genitori: madri, padri ed esperti, che interverranno sui temi selezionati in questo primo anno di attività, Lotus Lab vuole così  dar vita ad una “comunità di competenze”, a cui i genitori possano attingere e nel quale essi possano soprattutto sentirsi di “dare” come soggetti attivi.  Linguaggio accessibile,  stile colloquiale e l’opportunità per i partecipanti di condividere esperienze e dubbi, in una prospettiva che mette  al centro la persona e l’amore familiare parlando insieme di parto naturale, allattamento al seno, accudimento materno e relazione mamma-bambino, gioco e giocattoli, e alimentazione, sono le modalitàmesse in campo. Si parla tanto di famiglia, ma spesso come un concetto da tirare dentro una teoria o un’altra. Questo afferma don Liborio Palmeri direttore della Biblioteca diocesana . La famiglia odierna  vive grandi difficoltà perché i contesti in cui  si mettono al mondo i figli e in cui si fanno crescere sono molto cambiati. Come  ben sanno le giovani coppie, spesso lontane dalle famiglie di origine, intrappolate nella solitudine di un appartamento e  sole nel ripartire  le proprie attività con un bimbo da allevare.Da qui il bisogno di creare una comunità di sostegno. Lo scopo finale di Lotus Lab é proprio questo, con  incontri di formazione e  condivisione di esperienze.“Nel tempo e con l’esperienza ho capito che la nascita è la matrice della vita. Come un oleogramma, contiene in sé il tutto, e si manifesta quindi in tutta la polarità appartenente alla vita, in tutti i suoi spettri, con i suoi opposti e le sue compensazioni.”   da “Venire al mondo e dare alla luce”, diVerena Schmid, Urra, 2010.

Letto 461 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>