Lettera aperta di un cittadino al Sindaco Coppola sui problemi di 44 alloggi condominiali:”Chiediamo giustizia e legalità”

Pubblicato: sabato, 23 gennaio 2016
Vota l\'articolo
3
Vota l\'articolo
0

Castellammare Del GolfoCASTELLAMMARE DEL GOLFO. Riceviamo una lettera scritta dalla Signora Carmela Damiano in merito alle problematiche relative a 44 alloggi condominiali a Castellammare del Golfo. Questi alloggi sono al centro di una questione molto delicata che si protrae ormai da anni. La lettera della Signora Damiano giunta in redazione, è stata protocollata il 19/01/2016 ed indirizzata al Presidente della Regione Sicilia, al Sindaco Nicolò Coppola, ai consiglieri comunali di Castellammare, al Segretario Generale di Castellammare, ai responsabili del III e IV settore, all’assessorato ai lavori pubblici della regione, alla Procura della Repubblica di Trapani, al Prefetto di Trapani, al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e ad alcuni organi di stampa.

Riportiamo integralmente la lettera della Signora Damiano, portavoce anche di altri cittadini:

“Sig. Sindaco, signori consiglieri, mi rivolgo soprattutto a voi, sono la signora Damiano Carmela residente, abitante e proprietaria di un appartamento in Castellammare del Golfo sito nel complesso condominiale 44 alloggi. Come tutti sanno ed in primis il Sindaco Coppola, sindaco di oggi e di allora, tale costruzione è stata chiacchierata, sottoposta a sequestro con relativi arresti …. Fatti che certamente il Sindaco di oggi e di allora conosce benissimo.

La convenzione porta la firma del Sindaco Coppola, sindaco di oggi e di allora. Con tale convenzione si diede inizio all’esproprio dei terreni dove realizzare l’opera con progetto approvato dall’UTC di Castellammare e dall’Assessorato ai Lavori pubblici, trattandosi di edilizia economica-popolare. Con gli edifici dovevano realizzarsi i parcheggi auto, un parco a verde pubblico, un campo di bocce. Niente dell’arredo fino ad oggi è stato realizzato ma al contrario, cosa che da tempo lamentiamo e denunciamo, parte di questi terreni destinati a verde pubblico sono occupati abusivamente: come ricovero di materiale per l’edilizia e discarica di materiale vario, una parte regolarmente recintato abusivamente da privati cittadini; inoltre insiste, in tale terreno, un magazzino realizzato abusivamente da privati cittadini. In seguito alle nostre denunce il responsabile dell’UTC ha constatato gli abusi ordinando la demolizione con la messa in pristino dei luoghi. Niente sino ad ora è stato fatto. Tutto come prima. Pertanto la sottoscritta con alcuni condomini ci siamo rivolti al nuovo e vecchio sindaco che ben conosce le problematiche del complesso 214 alloggi. Sino ad oggi dal Sindaco Coppola abbiamo ricevuto gentilezza, sorrisi, assicurazioni e chiacchiere ma, nulla di concreto.

A mio e nostro avviso, ancora più grave sarebbe la posizione del Sindaco dopo avere appreso tramite una nota da me regolarmente inviatagli, della quale allego copia, con cui si porta alla sua conoscenza quanto dichiarato da un dipendente comunale. I sindaco Coppola non solo non fece nulla per smentire quanto dichiarato dal dipendente e da me riportato nella nota ma, credo che non si sia rivolto, come giusto che facesse, alle forze dell’ordine, per non dare credito ancor più alle parole di questo signore.

Io come tanti altri cittadini credo nella giustizia e nella legalità per cui sia questo documento che altri.. sono nelle mani della Procura per accertamenti e per fare chiarezza su questa triste vicenda che volutamente si trascina da anni. Con le conseguenze che oggi ci sono perplessità per il rilascio dei certificati di abitabilità per via della convenzione definita “FALSA” da dipendente comunale. In passato ad alcuni condomini vennero rilasciati certificati di agibilità. Mi chiedo: Sono veri o falsi? In questa triste vicenda chi dice la verità?

Ancora più grave guanto constatato consultando l’inventario dei beni immobili del comune di Castellammare del Golfo aggiornato, datato 1.5 settembre 2015, a firma Carlo Bertolino e Michele Colomba. In questo elenco non figurano i terreni, a suo tempo, espropriati dove doveva nascere il verde pubblico, mentre oggi viene occupato in parte da abusivi; che ABUSIVI!!!! Due abusivi sono sposati con altrettante due dipendenti comunali con qualifica di Polizia Municipale.

Sig. Sindaco dopo due anni che le chiediamo aiuto e rispetto della legalità è giusto che il consiglio sappia; e che tale documento come altri sono già stati depositati in Procura.

Mi rivolgo a tutti i consiglieri, anche a coloro che sono impegnati in prima linea a portare avanti la propria politica !!!!!!. Chiediamo quello che è nostro, chiediamo giustizia e legalità.

Sig. Sindaco riporto quanto dicono “CAMBIAMENTI” nel loro volantino: Vivere di rendita : c’è chi può e chi non potrà??? Mi chiedo bisogna essere parenti, muratori o amici di muratori ??? per avere la sua attenzione e portare a termine ciò che è giusto e legale???.

La invito a provvedere e realizzare quanto più volte richiestole Sig. Sindaco così, si realizzerà quello per cui abbiamo lottato e che ci è dovuto. Parco ed Abitabilità. Per lei ci sarà un altro nastro… da tagliare e una possibilità in più di finire in prima pagina.

Sono certa, consapevole della sua sensibilità, che da oggi presterà un poco più di attenzione ai problemi dei vivi, togliendone un poco ai problemi del cimitero.

Chiudo con una frase di Emanuele Cavallaro: Il tempo passato, anche se ormai lontano, prima o poi tornerà a presentarti il conto. Grazie per l’attenzione porgo Distinti saluti

Carmela Damiano”

Questa lettera è stata anticipata da una prima lettera, protocollata e indirizzata al Sindaco Coppola, lo scorso 20 agosto in cui la Signora Damiano evidenziava particolari ritardi burocratici e strani episodi verificatisi proprio in merito a questi 44 alloggi.

Letto 1611 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>