Operazione congiunta della Guardia Costiera e della Polizia. Due uomini arrestati.

Pubblicato: sabato, 9 gennaio 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
1

Guardia Costiera e PoliziaIl furto di benzina ormai è un reato che si ripete giornalmente, ma non solo il furto a mezzi pensanti e auto, ma anche a mezzi marini. I furti non si arrestano, ma a rendere la vita difficile ci pensano i militari della Guardia Costiera di Palermo, che proprio oggi, in collaborazione con personale delle Volanti della Polizia di Stato, nel corso della programmata attività di controllo e vigilanza della aree portuali, hanno proceduto all’arresto, in flagranza di reato, di due pregiudicati palermitani intenti a rubare benzina da alcune unità da diporto ormeggiate in zona Cala del Porto di Palermo.

I fatti: Erano passata da poco mezzanotte e i militari notavano due soggetti, G.C. e G.D., padre e figlio, aggirarsi, con fare sospetto, su un natante ormeggiato presso la Cala in prossimità degli ormeggi delle Unità Navali della Guardia Costiera. I sospettati spaventati dalla presenza dei militari si allontanavano, ma solo per ritornare dopo un’ora e completare il furto di benzina ai danni di una unità da diporto. Ma i militari, ben appostati e che avevano capito cosa volevano architettare i due, li hanno aspettati e arrestati in flagranza di reato. Dopo un attenta e certosina indagine sul luogo del misfatto, i militari hanno rinvenuto e sequestrato gli attrezzi da scasso utilizzati dai malviventi. Del tutto veniva immediatamente informata l’Autorità Giudiziaria la quale convalidava l’arresto e disponeva il processo per direttissima.

Letto 918 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>