Palmeri sul dimensionamento scolastico alcamese: “Speculazione da parte di Turano e illegittimità nella proposta di Arnone”

Pubblicato: mercoledì, 16 dicembre 2015
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
0

Palmeri fotoALCAMO. Il dimensionamento scolastico proposto dal commissario Arnone sembrerebbe essere illegittimo e la deputata 5 stelle Valentina Palmeri interroga il governo regionale per chiedere di riconsiderare il piano e concedere una proroga per un eventuale nuovo piano.
Quello attuale, denuncia la Palmeri, non coinvolge nè sindacati nè dirigenti scolastici e proprio per questo va ritenuto illegittimo: “Il tutto – afferma Palmeri – in barba alla normativa vigente. La proposta, inoltre, è viziata da un’altra mancanza: il parere del Consiglio scolastico provinciale”. “Ricordiamo – dice la deputata – che il decreto assessoriale, emesso a maggio di questo anno, dispone che: “non saranno presi in considerazione piani presentati senza rispettare le procedure previste dalla legge regionale 24 febbraio del 2000, la n. 6”.
Anche i tempi della proposta risultano anomali secondo la parlamentare tanto che il commissario ripropone un piano di razionalizzazione del 22 gennaio 2014 “piano che non rispetta le nuove esigenze – sostiene Palmeri – e che risulta ormai superato”.

In conclusione, la portavoce Cinquestelle entra nel merito della proposta di Turano uscita nelle ore scorse in risposta a tale problematica, ovvero quella che propone la “Mirabella” come polo d’eccellenza. “Si tratta di una speculazione politica bella e buona, – sostiene Palmeri – in modo vergognoso il deputato dell’Udc calpesta la scuola pubblica e le norme che la tutelano. Resta un’azione di facciata dal momento che si innalza un nome senza prevedere aspetti legati alla qualità dell’organizzazione dell’istituto”.

“L’eccellenza – conclude Valentina Palmeri – si costruisce giorno per giorno all’interno delle scuole e non può essere proposta da un politico, il “coraggioso” di turno, che ritiene cosa superflua il rispetto delle procedure previste dalla legge. Condividiamo, ovviamente, il concetto di integrazione e omogeneità dell’offerta per tutti i ragazzi alcamesi ma questo va fatto con progetti specifici per combattere la dispersione scolastica e favorire la partecipazione e il benessere degli alunni”.

Letto 1218 volte.
1 Commento
Dì la tua
  1. Poco tempo fa, l’assessore regionale alla sanità, annunciava il via libera al nuovo ospedale di Alcamo. Che fine ha fatto? Ci sono novità in merito a questo argomento?

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>