Il racconto di Fabio nel libro di Patrizia Amato: “Il mio principe aggrappato alla vita”

Pubblicato: martedì, 24 novembre 2015
Vota l\'articolo
14
Vota l\'articolo
0

71sr05BjWSL Un racconto autobiografico, intimo, reale e coraggioso che intende abbattere i pregiudizi sulla disabilità.  Nel libro di Patrizia Amato, si racconta di una storia normale, scritta da una madre speciale, sulla propria vita e sul ruolo fondamentale avuto dal suo piccolo principe Fabio.

Proprio come nel racconto del Piccolo Principe, nell’opera di Antoine de Saint-Exupéry, anche in questo libro si lascia intendere al lettore come «l’essenziale è invisibile agli occhi ». Un vero e proprio tesoro da scoprire solamente attraverso l’amore.

Il libro “Il mio principe aggrappato alla vita” racconta la bellissima storia del piccolo Fabio Gambino e della sua immensa gioia di vivere. Un vero e proprio inno alla vita con l’obiettivo di sconfiggere i tabù sulle disabilità e lanciare un messaggio di coraggio e speranza a tutte le famiglie che si trovano in situazioni simili.

Fabio Gambino e Patrizia AmatoPatrizia narra, con semplicità e genuinità, alcuni episodi della sua vita e di come si sente fortunata per tutto ciò che ha ricevuto da suo figlio. “La disabilità bisogna viverla per capirla – sostiene Patrizia. Non dobbiamo averne paura, anzi ci aiuta a crescere più di quanto immaginiamo”.

Il libro è appena uscito ed è già acquistabile on-line sul sito Amazon.it o Liberiauniversitaria.it. Oppure contattando l’autrice sulla pagina facebook: Il mio principe aggrappato alla vita. La presentazione ufficiale è prevista ad Alcamo nel mese di Dicembre, presso il Castello dei Conti di Modica.

Letto 1984 volte.
1 Commento
Dì la tua
  1. Marcello scrive:

    Un libro non come tanti perché dentro c’è vita vissuta sofferta.Vita felice piena d amore.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>