Carabinieri arrestano pregiudicato per detenzione e spaccio di stupefacenti

Pubblicato: lunedì, 16 novembre 2015
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

SEQUESTROI Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R. della Compagnia di Marsala, sotto la guida del Ten. Federico Minicucci e del Mar.a.“s”.UPS Antonio Pipitone, hanno tratto in arresto MONTELEONE Giovanni, 34enne pregiudicato marsalese per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Venerdì scorso, durante un posto di controllo effettuato da una gazzella dei Carabinieri sulla SS115, in particolare, i militari hanno fermato il veicolo su cui viaggiava Monteleone. Dopo aver svolto gli accertamenti di rito a mezzo della Centrale Operativa della Compagnia di via Mazara, considerati i precedenti specifici per violazioni della normativa sugli stupefacenti ma soprattutto visto che il soggetto fermato era apparso nervoso sin dai primi istanti del controllo, i Carabinieri hanno deciso di approfondire la situazione, effettuando una perquisizione sul posto sia personale che veicolare. L’attività aveva esito positivo poiché, occultato in una tasca del suo giubbotto, veniva rinvenuto un contenitore in plastica, di solito utilizzato per custodire i rullini fotografici, con all’interno una dose di hashish di circa due grammi. A questo punto, il controllo dei militari dell’Arma proseguiva nell’abitazione del Monteleone dove, con il supporto di un’altra pattuglia nel frattempo giunta in ausilio, veniva effettuata una perquisizione domiciliare per cercare ulteriore sostanza stupefacente. Anche in questo caso l’accertamento si concludeva positivamente: nascosti in un intercapedine posto dietro un mobile in cucina, infatti, venivano trovati un panetto di hashish del peso di 90 grammi ed un bilancino di precisione, unitamente al materiale necessario per il confezionamento delle dosi. Tutto veniva venivano sottoposto a sequestro ed il fermato veniva condotto presso gli uffici di Villa Araba per gli atti del caso.

Considerate tali risultanze, pertanto, Monteleone Giovanni è stato dichiarato in stato di arresto e, su disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica di Marsala, ristretto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa della convalida dell’atto da parte del Tribunale lilybetano. Sabato mattina, all’esito dell’udienza tenutasi presso il Palazzo di Giustizia di Piazza Borsellino, esaminate tutte le circostanze ed interrogato il Monteleone, il Giudice ha convalidato l’arresto operato dai Carabinieri, disponendo nei suoi confronti l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Marsala, con divieto di allontanarsi dalla sua abitazione dalle 19.00 alle 07.00.

Letto 941 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>