Danza del ventre in gravidanza. Da oggi corsi anche ad Alcamo.

Pubblicato: giovedì, 29 ottobre 2015
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

received_10206401529010421ALCAMO – E’ iniziato ad Alcamo un nuovo percorso aperto a tutte le donne dal terzo mese di gravidanza in poi presso la scuola di danze, musica e cultura orientali Hathor. Il corso sarà tenuto da Helena Russo, diplomata maestra in danze orientali, e Caterina Maltese, dottoressa in ostetricia, entrambe reduci dalla formazione per gravidanza “il ventre della luna”.

La danza del ventre in gravidanza può dare innumerevoli benefici sia alla futura mamma che al bambino in quanto la sua pratica da dei benefici fisici, psichici e relazionali.

Conosciuta fin dall’antichità e già praticata in Mesopotamia, proprio per preparare le partorienti al momento del travaglio, la danza del ventre aiuta le donne in dolce attesa con grandi benefici. Grazie ai movimenti rotatori del bacino, fondamentali come spiegano in tutti i corsi di preparazione al parto, questa danza aiuta il corpo della donna e soprattutto i muscoli impegnati nell’atto del parto.

 La semplice postura, riesce a donarci la cosiddetta “stabilità emotiva”, ci sentiamo radicate, sentiamo le radici del corpo che arrivano fino al centro della Terra. E’ utilissima per lo scarico venoso. La danza orientale, se fatta con metodo adatto alla gravidanza, apporta fondamentali benefici perineali. Si rafforzano le pareti pelviche e si irrobustisce la colonna vertebrale, aiutando a mantenere una postura corretta. Tramite la danza orientale, si lavorano continuamente i muscoli che interessano la gravidanza e il parto, e per questo motivo si riduce anche il dolore nel momento del parto e delle contrazioni. Si riducono i tempi del travaglio, e ciò è dovuto alla continua stimolazione del perineo. La danza orientale è una danza morbida, e tramite i suoi movimenti morbidi si lascia spazio e si accoglie il bambino. Si riducono le cistiti, il travaglio è meno doloroso perché ci si arriva con i muscoli rilassati. Rilassando i muscoli il bambino riesce ad essere più comodo. Il bambino viene cullato continuamente.

Con un continuo movimento circolatorio la placenta lavora meglio e la sua funzione di barriera da sostanze nocive e farmaci aumenta.

La danza orientale aumenta l’autostima, lavora anche sul seno. I movimenti stimolano l’ossitocina, importante per il travaglio e l’allattamento.

Aiuta a rilassarsi e a dormire.

Seguire un corso di danze orientali in gravidanza, fa in modo che questa venga affrontata in modo sereno e giocoso, dedicandosi ad un’attività divertente in gruppo, creando un legame di condivisione con le altre future mamme.

Secondo gli esperti, inoltre, la memoria muscolare è in grado di preservare i movimenti imparati con la danza del ventre, facendo in modo che la partoriente li possa ripetere quasi autonomamente anche durante il parto stesso, nonostante lo stress o magari la paura. E dopo la nascita del neonato la danza del ventre potrà aiutare la neomamma a rimettersi in forma.

Nel dettaglio, la danza del ventre in gravidanza aumenta la flessibilità e il tono muscolare, migliora la circolazione sanguigna e la capacità respiratoria, previene disturbi scheletro-muscolari, facilita il rilassamento e migliora il sonno, aiuta a controllare la sensazione di dolore durante il travaglio e facilita le posizioni da adottare durante il parto.

L’importante è effettuare il corso solo con insegnanti qualificati, se non si seguono i corsi di formazione specifici non si è competenti per l’insegnamento e si mette a rischio la salute dell’allievo. Chiedere sempre attestati e curriculum.

I corsi si svolgeranno presso la scuola Hathor, la mattina e il pomeriggio con la possibilità di una prova gratuita.

Per info è possibile contattare la Asd Hathor- oriental dance and music studio chiamando il numero 3290466390.

Letto 697 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>