“Il Padrino Invisibile”. Lo speciale su Rai 2 all’interno della rubrica TG2 Dossier firmato dal giornalista Francesco Vitale

Pubblicato: venerdì, 23 ottobre 2015
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
0

matteo-messina-denaroAndrà in onda domani sera sulla seconda rete della Rai, all’interno della rubrica TG2 Dossier, attorno alle 23,45, lo speciale firmato dall’inviato del Tg2 Francesco Vitale e dedicato alla latitanza, che ad oggi sfiora gli 8500 giorni, del capo mafia di Castelvetrano Matteo Messina Denaro. Il reportage doveva andare in onda sabato scorso, ma la programmazione della rete Rai fu cambiata per dare spazio ad un approfondimento sulla crisi israelo-palestinese. Oggi dunque la messa in onda. Il documento giornalistico è frutto del “viaggio” di Tg2 Dossier nelle terre del padrino laddove operano i suoi fiancheggiatori e laddove viaggiano i “pizzini” con gli ordini e gli affari del boss. Per la prima volta verrà mostrato l’unico verbale di interrogatorio cui venne sottoposto il giovane Matteo Messina Denaro quando era ancora un uomo libero ma tenuto sotto controllo dalle forze dell’ordine. Mostreremo inoltre una lettera d’amore inedita inviata ad una delle sue tante amanti poco prima di entrare in latitanza. In questo “viaggio” condotto da TG2 Dossier ad accompagnare Vitale saranno tre uomini senza volto della Squadra Catturandi della Polizia di Stato. Di lui, di “iddu”, come lo chiamano i suoi amici, non si conosce il volto attuale, non si conosce la voce e nemmeno le sue impronte digitali. Un fantasma che continua ad essere tale nonostante abbiano arrestato quasi tutta la sua famiglia, donne comprese. Il suo patrimonio è stimato intorno ai 3 miliardi di euro. Un uomo dai mille volti che potrebbe vivere nel centro del suo paese nativo Castelvetrano o essersi rifugiato all’estero e da lì amministrare affari e questioni mafiose. Con l’inviato Francesco Vitale e il montaggio di Mattia Tomassini vedremo anche una Sicilia poco conosciuta con i suoi misteri e le sue città cariche d’arte.

Letto 2210 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>