Minacce all’Assessore Baccei, solidarietà da tutte le forze politiche

Pubblicato: giovedì, 15 ottobre 2015
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

BacceiTagli in bilancio annunciati dall’Assessore Baccei e all’esclusione di nuove somme nei prossimi mesi sembrano la causa di minacce arrivate all’assessore: “Farai la fine di Salvo Lima. Noi siciliani siamo stanchi di un toscano di m… nella nostra isola. Pensa alla tua famiglia, uomo di m…. Paghi gli stipendi a tutti o pagherai con la vita”. Ma ce n’è anche per Crocetta: “Non stiamo scherzano ne abbiamo i c… pieni di te e di quel f… di Crocetta”.

Subito sono arrivati attestati di solidarietà da tutte le parti politiche, tra questi quello dell’On. Antonella Milazzo: “Esprimo la mia vicinanza e affettuosa solidarietà all’Assessore Alessandro Baccei per la vile minaccia ricevuta. Simili gesti, posti in essere da chi vorrebbe condizionare o instaurare un clima di tensione, non sortiranno alcun effetto intimidatorio su chi si spende generosamente per la Sicilia, tra le difficoltà immense di un disastro economico che certamente viene da lontano. Istituzioni, classe politica, società civile devono essere compatte al fianco di chi lavora per un risanamento complicato ma doveroso. Da parte mia, l’invito a non mollare, a continuare sulla strada delle riforme, con la certezza di avere al proprio fianco i siciliani onesti, che vogliono uscire da una morsa di sottosviluppo troppo spesso terreno di coltura di illegalità. Avanti Assessore, la Sicilia che vuole crescere è al tuo fianco”.

Attestato di solidarietà anche dalla Sen. Pamela Orrù: Esprimo la mia solidarietà all’assessore Baccei, destinatario di una lettera di minacce. Un vile atto intimidatorio rivolto ad una persona perbene, che stimo profondamente, impegnata sul fronte del risanamento dei conti nell’isola e che sta quindi rendendo un grande servizio ai siciliani. Alessandro Baccei, a cui ribadisco la mia vicinanza, merita rispetto e va ringraziato per l’impegno e la serietà con cui sta guidando l’assessorato all’economia della Regione Siciliana in un momento così delicato per le sorti dell’isola. 

Letto 386 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>