Un progetto per valorizzare le città nuove del Mediterraneo. Quattro giorni tra Ustica e Palermo per il progetto Newcimed

Pubblicato: mercoledì, 14 ottobre 2015
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
1

Ustica FaroNewcimed, così si chiama il progetto con il quale si intende valorizzare l’identità culturale e le capacità di pianificazione dello sviluppo territoriale delle cosiddette “città nuove”, realtà dinamiche e diffuse nell’area mediterranea. L’obiettivo principale è quello di promuovere una cooperazione sostenibile e armoniosa tra le città di nuova fondazione del bacino del Mediterraneo, così da ridurre gli squilibri ed incentivare lo sviluppo, sia regionale che locale, nel settore della tutela del patrimonio storico e culturale e dello sviluppo turistico. Aderiscono al progetto: Italia, Giordania, Spagna, Tunisia e Libano.

Dal 17 al 20 ottobre 2015 è previsto un evento transnazionale che si terrà in parte a Palermo e in parte nell’isola di Ustica. Si inizia sabato 17 Ottobre a Palermo con l’arrivo degli artisti che parteciperanno al Workshop “Lettera Tua”. Appuntamento al Porto di Palermo, in via Francesco Crispi con gli artisti e i partner del progetto NewCiMed che visiteranno l’isola. Il progetto vede il coinvolgimento delle istituzioni dell’Isola di Ustica e delle realtà locali. Il 18 mattina, a Ustica, saranno accolti, presso il Centro Informazioni dell’Area Marina Protetta, dal Sindaco Attilio Licciardi, dall’Assessore alla Cultura Vittoria Salerno, da Vito Ailara, Presidente del Centro studi e documentazione dell’isola di Ustica e dal project manager del Progetto per la Soprintendenza del Mare Alessandra De Caro. Ad Ustica si svolgeranno anche le Giornate formative “Ustica incontra Newcimed”, con  il coinvolgimento della popolazione e delle realtà locali. Il Workshop “Lettera Tua”, a cui parteciperannoartisti provenienti dai diversi paesi partner del progetto si terrà sempre nell’isola e i lavori verranno esposti all’Arsenale della Marina Regia di Palermo. All’Arsenale saranno esposti anche i lavori dell’Istituto comprensivo di secondo grado Saveria Profeta di Ustica e dei ragazzi della “Scuola in Ospedale” del Liceo Scientifico Benedetto Croce e dell’Istituto Comprensivo Nuccio di Palermo, reparto di oncoematologia pediatrica dell’Ospedale civico di Palermo, che hanno aderito all’iniziativa. L’inaugurazione della mostra avverrà martedì mattina 20 ottobre 2015 alla fine dell’incontro, all’interno del quale verrà  proiettato un documentario realizzato dalla Soprintendenza del Mare sul patrimonio immateriale dell’isola di Ustica. La mattina inizia con i saluti istituzionali di Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare, Attilio Licciardi, Sindaco di Ustica e un rappresentante del Dipartimento dei Beni Cultuali e dell’Identità siciliana, a cui faranno seguito gli interventi di Alessandra De Caro, project manager Regione Siciliana, Mico Costantino, consulente esterno, Orietta Sorgi, Centro regionale del Catalogo (CRICD) Assessorato dei BB.CC. e I.S. e Rossella Marocchi, project manager Comune di Latina.

Gli obiettivi specifici del progetto sono molteplici e vanno dalla valorizzazione del patrimonio culturale delle città nuove all’elaborazione di piani strategici per lo sviluppo integrato del territorio locale con lo scopo di potenziare la coesione sociale e il dialogo multiculturale.  Promuovere uno sviluppo equilibrato e sostenibile dal punto di vista socio-economico dei territori, sia rurali sia urbani, creando sinergie tra le potenzialità delle città del Mediterraneo e rafforzando le strategie territoriale di pianificazione (internazionale, europeo, nazionale, regionale e locale). Undici i partner coinvolti nel progetto “Newcimed” con capofila il Comune di Latina. Gli altri partner sono: l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, l’Istituto del Lazio “Progetto Sud”, la Regione Siciliana, Dipartimento Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Soprintendenza del Mare, l’Herimed, Associazione siciliana per la documentazione, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale euro-mediterraneo, la Provincia di Oristano, l’Università di Valencia in Spagna, il Comune di Cullera semprein Spagna, il  Comune di Tiro in Libano, il Comune di Maamoura in Tunisia, il Department of Antiquities della Giordania

Letto 469 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>