Arrestato un noto pregiudicato alcamese. Guidava con la patente revocata

Pubblicato: sabato, 10 ottobre 2015
Vota l\'articolo
4
Vota l\'articolo
0

Mistretta AntoninoALCAMO. E’ stato tratto in arresto un alcamese, Antonino Mistretta, di anni 41, noto pregiudicato con alle spalle reati di rapina, estorsione e spaccio perchè, noncurante dei controlli cui era sottoposto e pur avendo subito la revoca della patente da oltre dodici anni, da giorni circolava per Alcamo alla guida della sua autovettura, priva peraltro di copertura assicurativa.

L’uomo, in spregio alle filtranti prescrizioni previste dalla misura di prevenzione, conduceva questa condotta abituale infischiandosene della legge.

Nella mattinata di ieri, Mistretta Antonino, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel Comune di Alcamo, è stato tratto in arresto in flagranza di reato da personale della squadra investigativa del Commissariato di Alcamo.

Nell’ambito di una certosina attività di indagine, gli agenti ne hanno infatti monitorato i continui spostamenti, documentando plurime violazioni alle prescrizioni imposte dalla misura cui era sottoposto.

Così a seguito di un accurato pedinamento, l’uomo è stato infine bloccato in pieno centro urbano mentre circolava liberamente alla guida dell’autovettura. Accertato che il veicolo era inoltre privo di copertura assicurativa, si è proceduto a sottoporlo a sequestro ai fini della successiva confisca.

Al pregiudicato è stata contestata la violazione della prescrizione di vivere onestamente rispettando le leggi, concretizzatasi nell’essersi posto alla guida di un veicolo, privo di copertura assicurativa, con patente revocata. Reato per il quale il nuovo codice delle misure di prevenzione prevede un cospicuo aggravamento sanzionatorio, rispetto alla simile norma del codice della strada, allorché il fatto sia commesso da un soggetto sottoposto in via definitiva alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

A seguito delle formalità di rito ed in attesa dell’udienza di convalida, il pregiudicato è stato tradotto presso il carcere trapanese di San Giuliano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Letto 3686 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>