Partito Democratico di Castellammare del Golfo: le accuse di scorrettezza e slealtà sono prive di fondamento

Pubblicato: giovedì, 8 ottobre 2015
Vota l\'articolo
7
Vota l\'articolo
4

Castellammare Castello arabo-normannoContinua la polemica dopo il voto favorevole alla mozione di censura nei confronti del Presidente del Consiglio Comunale, Bucca, relativa alla condotta tenuta dallo stesso nella vicenda della ex Tonnara di Scopello, il Partito Democratico di Castellammare del Golfo. Volano accuse tra PD e Siamo Castellammare tanto che il primo ha deciso di chiarire la propria posizione in un comunicato: “Ribadendo quanto già espresso durante la seduta del Consiglio Comunale del 29 settembre e, precedentemente, in un comunicato, ha inteso censurare nuovamente detto comportamento in quanto non ritenuto consono al ruolo istituzionale. Non è da considerarsi, pertanto, un attacco personale nei confronti del consigliere Bucca né, tantomeno, nei confronti del gruppo consiliare di Siamo Castellammare, con il quale abbiamo condiviso la campagna elettorale. Alle accuse di “scorrettezze” e “slealtà” invocate dagli stessi, non intendiamo rispondere poiché considerate prive di fondamento. Dai presunti “sporchi giochi politici”, prendiamo nettamente le distanze in quanto non appartengono al nostro modo di fare politica poiché contrari all’etica ed allo stile del Partito Democratico. Auspichiamo, anzi, che il gruppo consiliare di Siamo Castellammare possa rivedere la propria posizione, nell’interesse della Cittadinanza che ha votato per l’elezione del Sindaco Coppola”.

Letto 635 volte.
3 Commenti
Dì la tua
  1. Roberto Longo scrive:

    Bravissimi!!!!! Non se ne puo’ più’ di sentire sempre la stessa minestra!!!!!!! devo dire che il pd di castellammarre e’ un caso isolato in tutta la provincia di trapani!!!!

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>