FAIMARATHON ad Alcamo per “Ricordiamoci di Salvare l’Italia”. Luoghi d’interesse culturale e storico alcamesi , luoghi di memoria e di bellezza da riscoprire

Pubblicato: giovedì, 8 ottobre 2015
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
0

LOGO FAIAd Alcamo arriva FAIMARATHON e venerdì 9 ottobre alle ore 16:30 presso il Collegio dei Gesuiti (Piazza Ciullo – Alcamo), ci sarà una  conferenza stampa che ne presenterà la quarta edizione. Quest’anno la manifestazione, che è organizzata dalla Delegazione FAI Trapani Capo delegazione Rita Barraco e dal Gruppo FAI Alcamo. Capo Gruppo Liborio Ferrara,  sarà affidata, per la prima volta, ai giovani del FAI.

Nel dettaglio Domenica 18 ottobre 2015, la FAIMARATHON aprirà al pubblico oltre 500 luoghi in 130 città di tutta Italia grazie all’entusiasmo di 3.500 volontari che proporranno eventi e iniziative speciali.

Ad Alcamo, unico punto in provincia di Trapani nel calendario degli eventi, il tema sarà “Il Giardino, la Biblioteca, la Torre: luoghi di meditazione”. La manifestazione prevede l’apertura al pubblico di alcuni luoghi d’interesse culturale e storico alcamesi , luoghi di memoria e di bellezza da ri -scoprire . Inoltre saranno organizzate visite guidate e happening di varia natura in altri luoghi siti nel Centro Storico di Alcamo. Parallelamente e per tutta la durata della giornata la WEA (WeekEnd Architettura), organizzazione no profit di architetti alcamesi, parteciperà, aprendo gli studi di architettura al pubblico e approfondendo uno dei temi proposti: “Il Giardino, la Biblioteca, la Torre: luoghi di meditazione”, secondo espressioni artistiche ed architettoniche scelte dallo studio.

La FAIMARATHON, nata nel 2012 e realizzata grazie alla partnership con Il Gioco del Lotto, è un evento nazionale a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”.

Letto 827 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>