Consiglieri del Partito Democratico di Castellammare del Golfo rinunciano al gettone di presenza: Ennesima seduta senza vantaggio per la collettività

Pubblicato: venerdì, 2 ottobre 2015
Vota l\'articolo
4
Vota l\'articolo
2

PDRinunciare al gettone di presenza, sembra una cosa normale, ma in Italia è un dramma, basti pensare a consiglieri comunali che se il Comune ritarda nell’erogare il gettone di presenza minacciano denunce. Ma, ultimamente, sono molti i casi di rinuncia al gettone di presenza, a vario titolo. Forse si sta muovendo finalmente qualcosa!

Non ultimo il caso dei Consiglieri di Castellammare del Golfo, Daniela Blunda, Camillo Coppola e Mario Maltese, che hanno rinunciato al gettone di presenza della seduta del Consiglio avvenuta il 29 Settembre 2015. Rinuncia perché è “l’ennesima seduta dove non si è deliberato nulla di concreto a vantaggio della collettività”.

Piccoli, piccolissimi passi? L’importante che qualcuno inizi a fare questi piccoli passi. Il gettone di presenza deve finire di essere un guadagno a danno della collettività, questi consiglieri lo hanno fatto per denunciare qualcosa, ma già hanno fatto capire che il gettone di presenza non è più uno “status”.

Letto 1116 volte.
3 Commenti
Dì la tua
  1. Camillo Coppola scrive:

    Il mio omonimo,vista la sua mole,ha compiuto un’azione titanica,attraverso la quale crede essersi riabilitato dalle nefandezze del partito d’appartenenza.

  2. Camillo coppola scrive:

    Rispondo a malincuore ad una persona che non conosco, che porta il mio nome e cognome e che di permette di fare apprezzamenti sulla mia fisicità. Quello che noi consiglieri del PD di Castellammare vogliamo inviare è solo un messaggio politico.Ritengo che non sia opportuno che delle persone che non conoscono la nostra attività politica e l’impegno profuso facciano degli apprezzamenti quantomeno gratuiti, e mi dispiace che vengano da qualcuno invitato ad intavolare un discorso politico e di proposte, come ho avuto modo ancora una volta di ribadire nel Consiglio comunale u.s.

  3. La rinuncia del gettone di presenza del gruppo del pd per la seduta del 29 settembre dimostra un grande senso di lealtà verso gli elettori di castellammare del golfo. Speranzoso che anche tutti gli amministratori comunali debbano diligentemente indirizzarsi ad una riduzione delle proprie indennità, in una logica di “sofferenza” comune per non aggravare ulteriormente i cittadini con aumenti imu e tasi.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>