Progetto “Insieme scegliamo la Pace”:  borsa di studio a ragazzi diversamente abili per un viaggio didattico-formativo con Papa Francesco

Pubblicato: martedì, 15 settembre 2015
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
1

“Una borsa di studio dedicata a ragazzi diversamente abili per incontrare Papa Francesco”

unnamedCASTELLAMMARE DEL GOLFO. È stato siglato nei giorni scorsi, presso la sede del Tribunale di Trapani,  il protocollo d’intesa “Insieme scegliamo la pace” tra il Rotary Club di Castellammare del Golfo , il Rotary Club di Salemi, l’Associazione Diritti Umani contro tutte le Violenze  e lo sportello antiviolenza “Diana” di cui è Presidente Aurora Ranno. A siglare il protocollo, mediante il quale verranno realizzate  iniziative volte alla promozione, alla valorizzazione della cultura della pace e della solidarietà, i rispettivi presidenti dei R.C., Anna Maria De Blasi  e Doriana Licata.

I Rotary Club coinvolti, metteranno a disposizione una borsa di Studio dedicata a ragazzi diversamente abili per un viaggio didattico-formativo presso i Musei Vaticani che si concluderà con l’incontro, previsto per il 4 Maggio 2016 nella Città del Vaticano, con Papa Francesco.

“Mettere insieme le diversità in un percorso di crescita che educhi le coscienze contro ogni forma di violenza è l’anima del nostro progetto” afferma la Presidente del R.C. di Salemi Doriana Licata, energicamente impegnata nell’attività di service in perfetta sinergia  con la Presidente R.C. di Castellammare del Golfo Anna Maria De Blasi che dichiara: “Coinvolgere i giovani, lievito del nostro futuro, in un progetto che intende sviluppare e diffondere un’autentica mentalità di pace basata sulla comprensione e collaborazione tra i popoli, sulla bellezza dell’armonia condivisa e la grandezza dell’assenza di tensioni, è indispensabile per una società più umana e più giusta. Confidare nella forza persuasiva delle idee ed in quella illuminante della cultura,  è la linfa vitale per la crescita di ogni uomo. È l’humus di questo percorso che intende camminare verso un radicale mutamento di mentalità”.

“Vogliamo, come ha detto Papa Francesco durante l’Angelus del primo settembre del 2013, un mondo di pace, vogliamo essere uomini e donne di pace, vogliamo che in questa nostra società, dilaniata da divisioni e da conflitti, scoppi la pace; mai più la guerra! Mai più la guerra! La pace è un dono troppo prezioso, che deve essere promosso e tutelato”.

Letto 498 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>