Al Provinciale di Trapani tutto è pronto. Appuntamento domenica alle 15,00 per la prima di Serie B

Pubblicato: sabato, 5 settembre 2015
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Trapani_Stadio_ProvincialeMancano ormai poche ore al fischio d’inizio che darà il via alla stagione di SerieB ConTe.it 2015/2016. Per il Trapani Calcio grande festa, la prima partita verrà disputata tra le mure dello “Stadio Provinciale”, fortino inespugnabile granata, domenica 6 Settembre alle ore 15,00. Sarà Aleandro Di Paolo della sezione AIA di Avezzano a dirigere la partita valevole per la prima giornata del campionato. Gli assistenti di gara saranno Gaetano Intagliata di Siracusa e Oreste Muto di Torre Annunziata. Quarto ufficiale Antonio Eros Lacagnina di Caltanissetta. Ospite in terra sicula la Ternana di Domenico Toscano. Allenatore del Trapani Serse Cosmi, che ha già conquistato la fiducia dei tifosi trapanesi durante la scorsa stagione quando, sostituito al tecnico Boscaglia, ha conquistato la salvezza portando il Trapani al terzo anno consecutivo in serie B. Questa stagione è una storia ancora tutta da scrivere. Punto e a capo, rosa rinfrescata quella granata, molti giovani, molti volti noti, e tanta voglia di salvezza, principale obiettivo della società, come dice esplicitamente anche Daniele Faggiano, ds del Trapani, durante la conferenza stampa in cui ha chiarito le strategie di mercato. “Tengo a precisare che per il Trapani Calcio la vera Serie A sarà la salvezza – dichiara Faggiano -. Spero che la squadra arrivi all’obiettivo di mantenere la categoria il prima possibile. Una squadra questa, costruita con almeno due elementi per ogni ruolo”. “Dispiace sentire dire che forse ci manca un attaccante, ho fatto di tutto per portare Montalto e Torregrossa a Trapani. Ernesto è un attaccante che volevano almeno venti squadre e la serietà della nostra società lo ha portato a vestire la maglia granata. Abbiamo fatto un investimento su Scozzarella, trovare un mediano con le sue qualità e capacità non era facile. E’ il giocatore su cui abbiamo investito di più. La cessione di Curiale è dipesa da una scelta della società, dell’allenatore e del giocatore. E’ dispiaciuto, ma era una cessione che abbiamo dovuto fare non solo per una questione economica. Volevo fare un plauso a Ciccio Lo Bue, un giocatore per cui nutro una grande stima anche dal punto di vista personale. Si è comportato fino all’ultimo da professionista e ha sempre lavorato per il bene del Trapani. Questo ci tenevo a sottolinearlo. Basso è un giocatore che può adattarsi a diversi ruoli, difficile che per lui possa esserci un ritorno di fiamma dell’Entella. Simone ha dimostrato grande attaccamento e una grande professionalità nonostante tutte queste voci che lo riguardavano solo per una questione tecnica. Lui se la può giocare in tutti i reparti, vuole Trapani e sta bene qui e adesso che si è chiuso il mercato l’ho visto anche più sereno” (fonte trapanicalcio.it). Adesso non resta che vedere la squadra all’opera anche se ciò è accaduto durante le partite di Coppa Italia disputate contro il Como prima e il Cagliari successivamente. Ma quello fu solo un assaggio.

Letto 406 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>