Alcart e Libera: Don Ciotti ad Alcamo

Pubblicato: martedì, 18 agosto 2015
Vota l\'articolo
8
Vota l\'articolo
0

FB_IMG_1439926231568Di Federico Cadente Esposito

ALCAMO – Inaspettata visita in città. Oggi pomeriggio ad Alcamo è arrivato di sorpresa don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera contro le mafie. Il noto prete si è fermato per circa un’ora all’nella villetta di piazza Bagolino per incontrare i giovani rappresentanti di Libera del territorio, in questi giorni impegnati nell’organizzazione di Alcart, la tre giorni tra arte, cultura e legalità che sta animando la città e che terminerà domani sera con il concerto reggae dei Boo Daci’s.

Una toccata e fuga utile comunque per un incontro informale con alcune decine di giovani alcamesi e volontari da tutta Italia. Don Ciotti ha infatti colto l’occasione per discutere dei temi dell’antimafia e dell’impegno civile anche con i partecipanti ai campi di volontariato sui beni confiscati promossi dal presidio cittadino di Libera, in corso in queste settimane presso la Casa dei Venti Liberi, villa sequestrata al re dell’eolico Vito Nicastri. Giovani provenienti da Toscana, Campania, Veneto, Piemonte, Emilia, Lombardia e volontari locali hanno così interloquito con Ciotti per circa un’ora, mentre intorno fremevano i preparativi per la seconda giornata del Festival. “Sono venuto qui perché voglio imparare da voi – ha esordito motivando la sua improvvisata – Ci tenevo molto a fermarmi perché so che state facendo un grande lavoro”. Il confronto appassionato ha toccato numerosi argomenti e stimolato domande a cui il fondatore del gruppo Abele ha risposto con pazienza prima di rimettersi in viaggio. Il suo augurio ai ragazzi: “Continuate a credere che si può cambiare e che le mafie possono essere sconfitte. Può sembrare poco ma tanto già è stato fatto. Voi ne siete una dimostrazione”. Entusiasmo per i partecipanti, colti di sorpresa dall’arrivo di Ciotti ma che subito dopo l’incontro sono tornati al lavoro, alle prese con cavi, banchetti informativi e montaggio di palchi. Il campo di volontariato durerà infatti fino a domenica prossima mentre questa sera il live dei Kutso, band tra le più note del panorama musicale emergente, chiuderà la seconda tappa di Alcart.

 

 

.

 

 

 

 

 

Letto 2057 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>