Coordinamento Mare Libero di Scopello: “dietro questa vicenda si avverte la presenza di poteri forti”

Pubblicato: martedì, 4 agosto 2015
Vota l\'articolo
5
Vota l\'articolo
3

faraglioni Scopello maggio 2015_1A seguito della decisione del Tar di sospendere l’ordinanza del Comune di Castellammare del Golfo in merito all’accesso libero al mare di Scopello, si pronuncia direttamente il coordinamento Mare Libero di Scopello.

“La decisione del TAR riguardo il libero accesso al mare di Scopello è semplicemente vergognosa. Annullando gli effetti dell’ordinanza del Sindaco – si legge nella nota stampa – essa accoglie il principio secondo cui l’afflusso di pubblico danneggerebbe gravemente l’acciotolato del ‘600 e il complesso momunmentale, come sostenuto dalla Soprintendenza, per cui viene ripristinata la situazione precedente l’ordinanza, cioè all’ingresso a pagamento. Secondo questa logica chi calpesta l’acciotolato pagando il ticket è un visitatore mentre chi lo fa senza aver pagato, seppure in numero limitato come previsto dall’ordinanza, è un vandalo.
Dietro tutta questa vicenda avvertiamo la presenza di poteri forti che hanno messo in moto una campagna mediatica mistificatoria, difendendo gli interessi privati di Amministratori condannati con sentenza inappellabile per gravi irregolarità contabili e amministrative su cui indagherà la Procura. Tutto ciò ha sicuramente influenzato la decisione del TAR che stupisce per la tempestività con cui è arrivata e le motivazioni che l’hanno sostenuta. A questo punto se l’accesso alla Tonnara mette in pericolo incolumità dell’acciottolato e del complesso monumentale se ne traggano coerentemente le conseguenze: che venga chiuso al pubblico, pagante o no, in attesa di trovare un modo congruo di fruizione del sito che ne valorizzi l’alto pregio storico e ambientale, garantendo al tempo stesso, il diritto di accesso al mare”.

Letto 1906 volte.
4 Commenti
Dì la tua
  1. ferdinando scrive:

    Una delle pagine più vergognose di Legambiente Sicilia, se non fosse per quanto accaduto a maccalube, la più vergognosa. Impedire l’accesso al mare è segno della più assoluta inciviltà e l’incolumità del sito è un’assurdità assoluta.
    Vergogna!!!!
    no all’abusivismo no all’inciviltà NO A LEGAMBIENTE SICILIA

  2. Problema: se 200 visitatori al giorno rovinano l’acciotolato del 600, come mai se i visitatori sono 400 al giorno l’acciotolato del 600 non si rovina? Soluzione: i 400 a pagamento saranno dotati di palloncini ad elio che li faranno lievitare sul sacro suolo della Tonnara…

  3. ALDO scrive:

    SIAMO ALLA FRUTTA!!! QUESTA STORIA E’ DIVENTATA MEGLIO DI UNA TELENOVELA!!SE PAGHI SEI APPOSTO SE NON PAGHI SEI UN USURPATORE E PURE LURIDO PERCHE SPORCHI!! PRIMA DELLA SENTENZA CARI GIUDICI DEL TAR SE I GESTORI DELLA TONNARA POTEVANO FARE ENTRARE 20000 PERSONE AL GIORNO CON SCARPE BULLONATE ( TIPO CALCIO) SE NE FREGAVANO ALTAMENTE!!! ORA CHE L’INGRESSO ERA LIBERO LE CIABATTINE DI GOMMA ROVINANO I CIOTOLI DELLA PAVIMENTAZIONE??????? BLOCCHIAMO I MILIONI DI VISITATORI A ROMA ALLORA E IN TUTTE LE CITTA’ STORICHE ??? SIG ZANNA CHE NE PENSA LEI???? FACCIAMOLA QUESTA PROPOSTA….. FUORI I TURISTI DALLE CITTA STORICHE!!!! VIVIAMO IN UN PAESE RIDICOLO FATTO DA GENTE RIDICOLA CHE DIETRO FALSI PERBENISMI SI FA I CAZZI SUOI!! SIG. SINDACO DI CASTELLAMMARE DEL GOLFO TIRI FUORI GLI ATTRIBUTI E FACCIA INTERVENIRE TELEVISIONI NAZZIONALI POLITICI POLIZIA ESERCITO TUTTO QUELLO CHE PUO’ FARE LO DEVE FARE PERCHE’ QUESTI SIGNORI CI STANNO PRENDENDO PER IL CULO !! ED E’ SUO DOVEROSO COMPITO DIFENDERCI!!

  4. INDIGNATA scrive:

    Date uno sguardo ai commenti sulla Tonnara di Scopello su TRIP ADVISOR. Diversi visitatori, già nel 2011 (1 anno dopo la privatizzazione mi pare), lamentavano l’affollamento della spiaggia oltre che il pagamento relativo l’accesso al mare, la mancanza di servizi, ecc ecc ecc. Interessante il commento di un turista francese che racconta la sua giornata in Tonnara: “(…) E’ mezzogiorno e la spiaggia è già sovrappopolata (…). La cassiera vi mette in guardia sulla situazione ma vi lascia passare lo stesso se lo desiderate (prezzo d’entrata a euro 3,50 (…) . Alle 15h00: HORREUR !!!!! Questo posto si trasforma in una fiera del bestiame…le persone sono sdraiate o sedute quasi toccandosi sulla lastra di cemento. Vi addormentate e siete svegliati dalle braccia di un vostro nuovo vicino di lastra di cemento (…)” (Recensione del 31 agosto 2013, pag. 57).
    E’ evidente l’interesse puramente economico/speculativo del sito o meglio del mare.
    L’accesso al mare deve essere LIBERO!

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>