il M5S di Alcamo boccia la proposta di Arnone: “No all’aumento delle tasse”

Pubblicato: venerdì, 24 luglio 2015
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
1

movimento5stelleALCAMO – Il MoVimento 5 Stelle Alcamo boccia senza appello la proposta di bilancio approvata dal Commissario Arnone e che adesso dovrà passare dal consiglio comunale.

“Tale proposta di bilancio – si legge nella nota del M5S – rappresenta quanto di più ingiusto e scorretto poteva essere prodotto dagli uffici finanziari del Comune di Alcamo.

Nella modifica del regolamento I.U.C., appare scandaloso l’aumento della TASI sulla prima casa dal l’1,5 per mille al 2 per mille, annullando la TASI sulla seconda casa ed aumentando altresì l’IMU all’aliquota massima.
Perché compensare l’annullamento della TASI sulla seconda casa con l’aumento della TASI sulla prima casa? Nel comunicato la somma da coprire è di 400.000,00 euro.

Ricordiamo che circa due mesi fa veniva deliberata la costituzione del fondo risorse per le politiche di sviluppo delle risorse umane e della produttività, per un impegno di spesa pari a € 1.257.560,72, per il quale il m5s Alcamo ha chiesto chiarimenti e adesso, per tutta risposta, ci ritroviamo l’aumento della TASI della prima casa. Riteniamo tutto ciò assolutamente iniquo.

L’art. 53 della Costituzione dispone che “Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva”, principio palesemente violato con questa proposta di bilancio.

Potevano essere inoltre apportati tagli maggiori alla spesa corrente ed incrementare le entrate derivanti dall’evasione fiscale.

In definitiva, questa manovra finanziaria è totalmente regressiva e rappresenta un ulteriore passo indietro dell’amministrazione nei confronti degli interessi dei cittadini, già vessati e stanchi di continui aumenti delle tasse.

Ci auguriamo – si conclude nella nota – che il consiglio comunale prenda atto di questi aspetti e apporti le necessarie modifiche, vedremo chi voterà a favore e chi contro questa scandalosa proposta di bilancio.”

Letto 1148 volte.
3 Commenti
Dì la tua
  1. Il Commissario STRAORDINARIO,dott. Arnone prima di approvare un bilancio di sole tasse, ha sentito le parti sociali rappresentative presenti in città? La CONFARTIGIANATO già alla data del suo insediamento, si è dichiarata disponibile ad un’incantevole al fine di collaborare ad un pronto rilancio economico della città. Non serve alla città un commissario che porta in consiglio quello che gli girano i dirigenti del comune ma, un commissario che tengano, al momento, di tutte quelle forze sociali sane e veramente rappresentative del noto territorio.

  2. NN ho mai condiviso un commento come quello sopra dell associazione COM.ART. ADERENTE A CONFARTIGIANATO, Dott.Arnone rifletta in queste parole, la città è stanca della essere gestiti da questa classe dirigente.

  3. Invece di aumentare le tasse a quelle che già le pagano, andate a colpire gli evasori fiscali, cioè quelli che hanno accatastato le case fuori città “in campagna” dal 2012 in poi, su richiesta scritta da parte dell’Ufficio Catasto.
    Mi chiedo, i proprietari di queste abitazioni pagano la Tasi e L’Imu al Comune prima del 2012, perchè non si fanno gli accertamenti d’ufficio.
    Forse e meglio di non disturbare il cane che dorme tranquillo,
    la riflessione ai cittadini sessi che pagano regolarmente.
    Fate sentire la vostra voce in merito.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>