D’Alì attacca Saverio Romano. Forza Italia nel trapanese non si tocca

Pubblicato: martedì, 23 giugno 2015
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
2

Antonio D'AlìCon una nota polemica il Senatore Antonino D’Alì interviene in merito alle ultime esternazioni dell’ex Ministro Saverio Romano ed il suo interessamento a prendere in mano le redini di Forza Italia nella Sicilia occidentale. Romano nei giorni scorsi aveva putanto il dito contro la gestione del coordinatore regionale Gibino e di quello trapanese D’Alì, chiedendone le dimissioni.

Non comprendo perché l’on. Romano si occupi di Forza Italia – commenta D’Alì, attualmente commissario di Forza Italia nel trapanese – partito al quale ha dimostrato non appartenere proprio in occasione delle elezioni amministrative, nelle quali si è distinto per iniziative autonome e non concordate, neppure a livello di coalizione, del suo partito ‘Cantiere Popolare’. Spero che nessuno voglia far intendere all’on. Romano ed ai suoi seguaci che Forza Italia sia l’orto delle opportunità dove entrare e raccogliere al momento che più appare convenire, salvo farsi poi proprie sortite autonome e contrastanti, sia a livello locale, che regionale che nazionale (ora comprendiamo perché senza alcuna coerenza e sostanza politica voglia mantenere in vita all’Assemblea della regione Sicilia un gruppo parlamentare diverso da quello di Forza Italia)”.

L’ex sottosegretario non gradisce la presenza dell’onorevole Romano nelle questioni trapanesi e soprattutto dei  suoi uomini presenti sul territorio. Tra l’altro secondo D’Alì, Romano non è stato coerente alle ultime elezioni a Marsala presentando una lista per conto proprio dal risultato fallimentare.

Proprio a Marsala, dove Forza Italia, come in altre realtà che lo stesso cita, ha deliberato con assenso e delega della segreteria nazionale di identificarsi inequivocabilmente con una lista civica, nel caso ‘Forza Marsala’, Romano avrebbe dovuto quantomeno rispondere alle numerose chiamate del partito, invece di presentare una propria lista, ‘Cantiere Popolare’, il cui risultato è stato fallimentare – prosegue D’Alì –. Una cocente delusione che ha probabilmente spinto l’On. Romano all’odierna sortita, come sempre a mezzo stampa. I fatti evidenziano la necessità di voltare pagina, e rendono indispensabile quanto il coordinatore regionale e quello provinciale si apprestano a definire in ordine alla rappresentanza del partito in provincia. Il risultato di Forza Italia alle amministrative siciliane è tutt’altro che trascurabile. Abbiamo portato la sinistra ai ballottaggi, facendo capitolare il Pd su numerosi fronti, conquistando la città di Enna ed altre importanti città ed ora, con grande determinazione, sapremo premiare lealtà e impegno nel rispetto delle regole e della democrazia“.

Letto 720 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>