Sicilia Democratica di Alcamo chiede un consiglio comunale straordinario sulla tutela del Monte Bonifato

Pubblicato: martedì, 16 giugno 2015
Vota l\'articolo
7
Vota l\'articolo
3

sicilia democraticaALCAMO – La tutela della Riserva “Bosco D’Alcamo” è un tema molto sentito dalla cittadinanza Alcamese, lo dimostrano tutte le iniziative portate avanti dalle associazioni ambientaliste, che dopo il disastroso incendio del settembre 2012 si sono unite formando il comitato “Salviamo il Bonifato” per sollecitare le Amministrazioni competenti a intervenire sulla gestione del bosco e per la prevenzione degli incendi.

“Da alcuni mesi – dichiarano i consiglieri comunali Marianna Vario, Gaspare Coppola, Antonio Fundarò e Giuseppe Stabile – Sicilia Democratica ha raccolto la sollecitazione dell’Associazione FareAmbiente, Associazione con la quale ha collaborato senza clamori, annunci o proclami, affinchè nei terreni boscati di proprietà del Comune di Alcamo, terreni che rappresentano la maggior parte del territorio della Riserva, i lavori vengano effettuati dall’Amministrazione Forestale, senza oneri a carico del Comune, dietro stipula di apposita convenzione.”

“L’Assessore Caleca e gli uffici del Dipartimento Foreste hanno mostrato tutta la sensibilità che il tema richiede e già dall’ 8 giugno è stato predisposto lo schema di convenzione per la tutela di Monte Bonifato e inviato al Comune di Alcamo con nota Prot. n. 4492 del 11/06/2015, schema che deve essere sottoposto per l’approvazione al Consiglio Comunale.”

“L’incendio di Erice che ha devastato una bellissima porzione del nostro territorio, impone un supplemento di responsabilità. Occorre fare presto – continuano i consiglieri comunali – pertanto invitiamo il Presidente del Consiglio Comunale a mettere all’ordine del giorno in un Consiglio Comunale straordinario e urgente la votazione della convenzione per dotare Monte Bonifato di un’adeguata tutela a costi zero per il Comune.”

“Questa è la politica del fare che noi intendiamo. Questo è una prima iniziativa che Sicilia Democratica ha portato a compimento a favore della città di Alcamo. Aspettiamo quindi che con ogni urgenza si convochi il Consiglio Comunale.”

Letto 1124 volte.
7 Commenti
Dì la tua
  1. Roosvelto scrive:

    Presto, che gli LSU scavino delle linee tagliafuoco lungo il monte!
    Non si deve ripetere mai piu’ cio’ che e’ successo nel 2012.

    • Elio scrive:

      Ma per fare ciò deve essere convocato un consiglio comunale straordinario che consenta di percepire un’onesto gettone di presenza per un costo totale di circa 4.500,00 euri a seduta da ripetere per due serate consecutive per un totale di circa 9.000,00 euri….. ed io pago!!!!! se questa è la politica del fare statevene a casa ed otterremo un notevole risparmio per gli alcamesi, oserei aggiungere anche …… a buon intenditore …. e ognuno è libero di aggiungere l’aggettivo che ritiene opportuno.

      • nicola scrive:

        Caro Elio il consiglio si deve convocare non per il gettone ma perché la COMPETENZA è del Consiglio Comunale. La verità è che qualsiasi cosa si fa c’è chi pretestuosamente critica. Mahhh

  2. Antonello scrive:

    Contro l’abusivismo niente!

    Il monte Bonifato va verso la cementificazione più totale e si parla solo di aiuole.

    Tutti hanno paura delle colate di cemento mostruose, ma purtroppo questo si ritorcerà contro noi stessi, alle prossime alluvioni.

    Non si può permettere tutto ciò, denunciare è possibile anche per i consiglieri comunali.

    Se si vuole nascondere come lo struzzo la testa allora sappiano che sono conniventi.

    • Elio scrive:

      Sig. Antonello c’è lo streaming sul consiglio comunale,… ma Lei ha mai ascoltato negli ultimi tempi quel consigliere, di cui mi sfugge il nome, seduto a destra della stanza che con toni molto poco garbati continua a sostenere che l’unica salvezza di Alcamo può aversi solo con la cementificazione dell’intera montagna, e tutti gli altri, a bocca aperta (lascio immaginare il quoziente intellettivo), l’ascoltano e lo ammirano forse perchè hanno pure loro terreni da edificare , altro che salvare monte bonifato, questi quattro “pellegrini” vogliono completamente distruggerlo! e poi vengono a parlare di linee tagliafuoco….. ma vadano a quel paese!!!!

    • enea anchesini scrive:

      condivido le parole sagge di antonello : non si puo’ parlare solo della di Monte Bonifato..questa MONTAGNA SACRA inizia dal Viale Europa…..STOP AL CEMENTO

  3. Livio scrive:

    E’ assurdo che i consiglieri non facciano niente x impedire la cementificazione sul Bonifato. Troppo conflitti di

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>