ABC in silenzio stampa in attesa dell’effettive dimissioni del Sindaco

Pubblicato: martedì, 9 giugno 2015
Vota l\'articolo
6
Vota l\'articolo
16

abcALCAMO. Attraverso una nota stampa a firma dei consiglieri comunali di ABC, Sebastiano Dara, Vito Lombardo, Mauro Ruisi e di tutto il movimento, si informa la cittadinanza che il movimento politico resterà in silenzio stampa fino all’effettive dimissioni del sindaco.

Appresa la notizia delle “irrevocabili” dimissioni del sindaco Sebastiano Bonventre – si legge nella nota stampa – noi consiglieri di ABC – Alcamo Bene Comune, insieme a tutto il Movimento, decidiamo di osservare un silenzio stampa di venti giorni, periodo entro il quale il sindaco potrebbe ritirare le proprie dimissioni e proseguire nel suo mandato“.
Non vogliamo unirci al coro di coloro che speculano su una delle pagine più buie e tristi della storia alcamese – prosegue la missiva – ma invitiamo tutti i cittadini a farsi osservatori attenti dei pericolosi assetti politici che da qualche tempo hanno cominciato a delinearsi; a non dimenticare che quelle stesse persone che hanno sostenuto il dottor Bonventre (ricordiamo Nino Papania, Giacomo Scala, Pasquale Perricone, Gianluca Abbinanti e ancora Massimo Fundarò e Massimo Ferrara) sono i responsabili di tanti momenti di crisi politica, con le loro richieste legate alla compagine assessoriale o a scelte di programmazione, non solo economica, che di fatto hanno ostacolato e rallentato la già debole azione amministrativa di questi ultimi tre anni“.

Letto 2131 volte.
13 Commenti
Dì la tua
  1. AlcamolibertaS scrive:

    Dopo tutto il veleno che è solo servito a distruggere una città, stare in silenzio è il minimo che possono fare

  2. Educazione scrive:

    ” non vogliamo unirci al coro di coloro che speculano….”
    da quale pulpito viene la predica!!!!
    al coro no, essendo i maestri !!
    ridicoli.

  3. Gaspare scrive:

    SIGNORI SI NASCE .. NON SI DIVENTA .. E VOI LO SIETE DALLA NASCITA!
    Staremo vigili perchè è l’occasione uiltima per il riscatto morale e civile di una città che, a parte quel 50% di “signori” che vendono il voto per il famoso “coppo di pasta e scatoletta di simmental” E SINISTROIDI PER TENDENZA ORMAI FUORI MODA, Alcamo è stanca di questa gentaglia!!!!!!!!!!!!!!

  4. Sabrina scrive:

    Troppo grave il silenzio di questa associazione negli ultimi 3 anni.
    Hanno assistito alla cementificazione del monte Bonifato voltandosi e discutendo secondo me di non problemi, corso stretto la ridicola proposta dellecause da affidare a giovani avvocati.

    Meglio parlare di queste cosi, anzichè voltarsi e denunciare l’alcamarizzazione in atto del Bonifato. Li ho votati ma non li voterò piu.
    Per me ci vuole un sindaco 5 stelle.

    • Elio scrive:

      Sig.ra Sabrina concordo perfettamente che il fermare l’antropizzazione (alcamarizzazione) del monte Bonifato sia cosa buona e giusta ma assistendo al consiglio comunale ho sentito sbraitare un consigliere, e sempre lo stesso, …. tale calvaruso, che continua a sostenere che la cementificazione della montagna sarebbe la panacea di tutti i mali e nessun consigliere sembra sia in grado o abbia voglia di contraddirlo, forse anche perchè impauriti dal tono spesso minaccioso assunto o perchè irretiti da trame spesso oscure.
      Mi sono chiesto più volte di che pasta siamo fatti noi alcamesi per farci rappresentare da questi soggetti di cui tanti già condannati per reati gravi (pedofilia, falso etc.) ed altri in attesa di condanna (lottizzazioni abusive, omicidio, bancarotta, voto di scambio, lesioni personali, appartenenze a logge spurie etc.etc,).
      Spero tanto che al prossimo mese di maggio, io per primo, sia in grado di sapere valutare da chi farmi rappresentare e di conseguenza affidare il voto a soggetti seri e capaci.

    • alcamarizzazione, un termine inquietante, lugubre che non lascia presagire nulla di buono. Un termine tristemente nuovo che potrebbe essere presto affiancato nel suo significato da uno altrettanto nuovo, bonifatizzazione.

  5. IL Regista scrive:

    Quale è la novità, è TRE ANNI che non parlano questi e ora vogliono altri 20 giorni, CHE FA COSA avranno da dire tra 20 giorni?.

  6. AlcamolibertaS scrive:

    Questi di ABC non sanno manco le norme!!! La loro dichiarazione sui venti giorni di revoca delle dimissioni e frutto di una norma nazionale. In Sicilia si applica quella regionale che non prevede la revoca delle dimissioni!!! Incompetenti

    • Gaspare scrive:

      Signor Antonio quando si smentisce qualcosa è onesto ed elegante indicare qual è la legge a cui si fa riferimento.Potrebbe quindi indicare la legge regionale che dero la nazionale.Grazie.

      • Marcella scrive:

        Signor Antonio, a quanto ne so, non ci sono norme regionali che deroghino quella nazionale: vivo in un altro comune siciliano, pochi anni fa il sindaco si dimise e si considerarono quei 20 giorni. Lei è a conoscenza di un cambiamento di normativa?

  7. giulio scrive:

    Noto che molti stanno prendendo coscienza di ciò che sta avvenendo sul Monte Bonifato. le colate di cemento sono vergognose. Non so se le pompose e boriose casate (per me non sono ville) è frutto di abusivismo o altro.

    Ma mettiamo che sia stata concessa regolare licenza, ma come si fà a concedere licenze di costruzioni del genere è vergognoso e inumano. Il monte Bonifato era sfuggito al sacco degli anni 70/80, forse perchè tutti protesi a distruggere alcamo marina, ora che alcamo marina è distrutta il mostro si gira, e vira verso monte bonifato.

    Fermiamoli fermateli si sta compiendo un danno ambientale e culturale senza precedenti!!!!!

    • Aldo scrive:

      Caro Giulio, tu hai perfettamente ragione…… purtroppo però tutte quelle case anzi ECOMOSTRI sono stati costruiti (almeno quelli degli ultimi 15 anni) con regolare concessione edilizia. Detto ciò è giusto chiarire che le concessioni edilizie sono state rilasciate grazie a quel obbrobrioso piano regolatore approvato dal sindaco di allora Massimo Ferrara & C.. Grazie al Dott. Massimo Ferrara oggi ci troviamo con il Monte Bonifato deturpato e con tanti altri problemi legati al piano regolatore ( vedi la zona Sasi , e tutti i terreni indicati come C5 in Prg …. ecc..) e i cittadini purtroppo se ne stanno accorgendo solo adesso ( visto che allora lui li distraeva bruciando montagne di soldi in sfarzose sagre, festini e disumane corse dei cavalli ovviamente il tutto con i soldi dei cittadini che lo hanno ricambiato con l’82% dei consensi al secondo mandato e che ancora oggi lo ricordano come il miglior sindaco di Alcamo. Vedi caro Giulio come stanno realmente le cose?… E poi ci vogliono far credere che l’ultima amministrazione del comune di Alcamo è la peggiore degli ultimi venti anni!!! Io direi a chi ha detto questa frase che non è per niente vero, perché sono venti anni che ad Alcamo si fanno le peggiori scelte amministrative di sempre.

  8. Giulio scrive:

    Non so quando le concessioni siano state rilasciate, ma è per certo che negli ultimi 3, 4 anni sono state realizzate numerosi casati, muri orrendi che coprivano costruzioni, lo so per certo perchè quasi 4 volte a mese vado in montagna per motivi cosiddetti sportivi.
    E ogni volta che salivo vedevo qualcosa di diverso.

    Bisogna controllare, perchè una cosa è rilasciare la licenza edilizia per una casetta di 50 metri con determinati requisiti, un’altra è costruire un schifoso mostro di 100 150 metri.

    C’è da indagare e a fondo

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>