Al via “Enovitis in campo”. Attesi a Marsala 10mila operatori da tutta Italia.

Pubblicato: giovedì, 4 giugno 2015
Vota l\'articolo
3
Vota l\'articolo
0

enovitis2Marsala si conferma capoluogo siciliano della viticoltura ed ospita “Enovitis in Campo 2015”. Il famoso evento internazionale si svolgerà, infatti, il 5 e 6 giugno presso il Baglio Biesina, l’azienda vitivinicola di proprietà della Regione Siciliana, a due passi dall’aeroporto di Birgi.

Proprio la Regione ha fortemente voluto ospitare e dare il suo patrocino alla manifestazione organizzata da Unione Italiana Vini e Veronafiere-Fieragricola, riconoscendole un grande valore formativo e informativo. La location scelta per il 2015 è di grande suggestione. In Sicilia il “baglio”, storicamente l’edificio che contiene la corte, ha una particolare importanza perché all’interno delle mura fortificate di questa città in miniatura si svolgeva in passato tutta l’attività agricola e sociale. È quindi custode eccellente di storia e tradizione.

Due importanti Media Partner della manifestazione sono Corriere Vinicolo  edito da Unione Italiana Vini e  il mensile siciliano Agrisicilia. Tutte le professionalità del settore vitivinicolo avranno l’occasione di vivere due giorni di reale aggiornamento professionale grazie alle prove in campo di macchine e attrezzature, ai seminari e convegni in programma nonché alle pubblicazioni dedicate.enovitis1

Sarà prima di tutto l’occasione per essere informati sulla migliore tecnologia che, direttamente in vigneto, verrà esposta e provata: trattori per frutteto e vigneto, macchine per irrorazione, erpici, frese, vangatrici e zappatrici, potatrici e molti altri macchinari potranno essere provati direttamente nei 400 filari dei due grandi vigneti aziendali.

Letto 626 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>