Il PD alcamese chiarisce le diverse “interpretazioni” date alla posizioni con l’Amministrazione Bonventre

Pubblicato: giovedì, 21 maggio 2015
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
0

pdALCAMO. Attraverso una nota stampa, il PD Alcamese, ci tiene a chiarire meglio la propria posizione in merito alla riunione del 15 maggio che stabiliva la posizione dei democratici con l’Amministrazione alcamese.

Quella riunione era nata dalla necessità avvertita da tutti di un cambio di passo nell’attività politico amministrativa, con un rinnovato e rafforzato impegno, perché l’ordinaria amministrazione non può bastare né alla Città né al Partito Democratico.

Come primo partito strutturato in città – commentano i democratici – sentiamo forte la responsabilità di fare da traino e quindi di avviare una nuova fase con tutte le forze politiche che hanno sostenuto il Sindaco Bonventre , oltre che con la gente comune, i movimenti e le associazioni che si rifanno alle logiche ed ai valori del centro sinistra, partendo dal consuntivo di anni di buona amministrazione“.

A coloro che gl imputavano solamente una strategia per il cambio della giunta di governo della città, dal PD rispondono: come emerso nella riunione del 15 maggio scorso ciò che ci sta veramente a cuore è il bene della città. Non ci interessano i giochi di potere né tanto meno il numero dei posti in giunta. Chiediamo, pertanto, di aprire, senza indugio,  un tavolo programmatico di fine mandato, senza incomprensioni o diffidenze interne, per cominciare anche a disegnare unitariamente l’Alcamo del domani .La riunione è stata anche l’occasione per confrontarci sulle questioni di partito, in un dibattito aperto, con trasparenza e chiarezza.

Nella nota stampa il PD tenta anche di aprirsi all’esterno e all’interno in modo da ritrovare unità e compatezza: è necessario continuare a costruire un Partito vivo, rinnovato, fatto di iscritti veri, che criticano, si confrontano, propongono, con l’orgoglio di appartenere ad una comunità e che, con uno sguardo attento rivolto alla nostra città, dedichino energie, progetti ed iniziative. Per costruire il partito e la città che vogliamo abbiamo bisogno di tutti. C’è bisogno di tutte le intelligenze presenti al suo interno ma anche di nuove che vorranno unirsi. Il partito democratico dovrà essere un partito aperto a tutti e di tutti. 

I democratici sembrano voler far sul serio e sono pronti a convocare il Direttivo locale per confrontarsi  su come e dove collocare l’azione politico-amministrativa del Circolo ma soprattutto per cominciare seriamente un confronto sui problemi della Città e sulle sue soluzioni.

Moralità, etica, onestà e sobrietà – concludono nella nosta stampa – devono essere le caratteristiche del nostro agire, insieme alla valorizzazione delle tante forze e competenze di questa Città, per lavorare a una buona politica credibile e autorevole ed a una cultura dell’amministrare che sappia coniugare progresso, trasparenza, bene comune e solidarietà, guardando al domani, per contribuire a dare ai nostri figli un futuro più sereno. Il cambiamento deve iniziare da noi perché si può contribuire a costruire un Paese più giusto e solidale solo con la nostra partecipazione ed il nostro impegno in politica.

 

Letto 864 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>