Il Sindaco di Alcamo a Firenze per i 750 anni dalla nascita di Dante Alighieri. Un omaggio anche al nostro Cielo D’Alcamo

Pubblicato: venerdì, 15 maggio 2015
Vota l\'articolo
4
Vota l\'articolo
6

ok. ALCAMO. Il Sindaco di Alcamo, Sebastiano Bonventre, ha accettato l’invito del sindaco di Firenze, Dario Nardella, a partecipare ieri, 14 maggio, alla celebrazione per il 750° anniversario della nascita del sommo poeta della letteratura italiana, Dante Alighieri (1265/1321) e per il 150° anniversario di Firenze Capitale d’Italia. Un’unione che lega ancora di più il grande poeta Alighieri con il nostro Cielo D’Alcamo.

La Città di Alcamo, infatti, ha ricevuto l’invito in quanto viene annoverata fra i 40 comuni italiani che hanno contribuito alla realizzazione della monumentale statua a Dante che, ancora oggi, domina a Piazza S. Croce a Firenze.

“La manifestazione assume, per il nostro Comune – aveva commentato Bonventre – un’importanza particolare sia per quanto riguarda la realizzazione del monumento che per la vicinanza culturale che Dante Alighieri ebbe con il nostro concittadino Cielo d’Alcamo, uno dei precursori della lingua italiana”.

OKK (2)Storicamente si rammenta che, allora (1865) per l’iniziativa si mobilitò tutta l’Italia in un clima di entusiasmo per l’avvenuta Unità d’Italia ed il 14 Maggio 1865, alla presenza dei reali d’Italia e delle massime autorità del neonato Regno d’Italia s’inaugurava la statua all’Alighieri, opera dello scultore fiorentino Pazzi. Nel basamento del monumento figurano 40 stemmi di città italiane, fra cui quello alcamese. Prova documentale dell’entusiasmo degli alcamesi per la statua a Dante è contenuta nel verbale del Consiglio d’Istituto del Liceo Ciullo d’Alcamo del 21 Aprile 1865, come riporta lo storico Carlo Cataldo nel libro “Il Ponte e gli Alberi” (pag.48). Ed il collegio dei docenti incaricava il prof. G.B. Giuliani a rappresentarlo nella festa del centenario a Firenze.

Al ritorno da Firenze la Città di Alcamo ha portato a casa un bilancio positivo, mettendosi in buona luce agli occhi di tutta Italia, dimostrando anche il grande spessore culturale del centro alcamese.

Letto 1341 volte.
2 Commenti
Dì la tua
  1. LiberAlcamo scrive:

    Bravo…Bravissimo !!!
    anzichè vedere e risolvere i problemi della Città di Alcamo se ne va a Firenze !!! Povera Alcamo !!!

  2. Il contrastato scrive:

    Se oggiellanno Cielo d’Alcamo avesse imposto il suo sermus, oggi tutti parlerebbero il dialetto Alcamese.

    Attipu abbersu….

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>