L’ASD S. Francesco di Paola perde, ma perde pure lo sport

Pubblicato: lunedì, 30 marzo 2015
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0
CalcettoSi sa i derby sono match particolari, di solito più intensi agonisticamente, ma esistono due modi per giocarli o con agonismo puro corredato da fair play o con agonismo che diventa nervosismo e brutto gioco che non fa bene al calcio, in quest'ultimo caso rientra il derby tra l'ASD S. Francesco di Paola e i ragazzi del Castellammare. Caratteristica principale del derby è stato il clima incandescente e comportamenti a dir poco indecenti. La partita inizia con gli alcamesi che attendono e i padroni di casa a cercare gli spazi per partire in contropiede, e dopo tre traverse colpite, il Castellammare passa in vantaggio, e allo scadere raddoppia e si porta sul 2-0, finisce così il primo tempo. Il secondo tempo inizia in un clima incandescente e quelli della S. Francesco di Paola si fanno prendere dal nervosismo, e dopo 10 min. si trovano in svataggio per 6-0. Da lí il parapiglia, Gabellone continuamente "beccato" dal pubblico, reo di qualche fallo di troppo, risponde agli insulti e viene espulso. La partita sfugge di mano a tutti arbitro compreso, che si trova costretto a sospendere ripetutamente la partita, per il troppo nervosismo tra le squadre, fioccano i gialli da entrambe le parti, ammoniti Rosario e Giuseppe Artale. Nel finale espulso anche D. Gottuso insieme ad un giocatore del Castellammare. La partita va avanti a fatica e si conclude 8-0 per Castellammare. Sul piano del gioco poco da dire, il Castellammare ha dimostrato di essere più forte, sul resto si spera solo di non rivedere una partita del genere. Appuntamento a sabato prossimo, per la partita tra la S. Francesco di Paola e l' Entello Erice.
Letto 886 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>