Mille passi per mille Nomi: il Corteo della Memoria

Pubblicato: domenica, 22 marzo 2015
Vota l\'articolo
4
Vota l\'articolo
0

IMG_0924Di Francesca Billeci

Trapani ricorda le vittime delle mafie, gli studenti d'accordo col procuratore Viola, occorre riaffermare i valori di chi e' stato ucciso per fare fino in fondo il proprio dovere

In occasione della XX giornata nazionale della Memoria e dell’Impegno, celebrata ogni 21 Marzo da Libera:Associazioni,nomi e numeri contro le mafie, il Presidio di Libera Trapani “G.G.Ciaccio Montalto”, nella mattinata di venerdìha riempito le strade del Centro Storico trapanese con studenti e associazioni della città, impegnati a voler ricordare le vittime innocenti delle mafie. Il primo corteo “della memoria” è partito dal Tribunale di Trapani, simbolo della Giustizia e della Verità che in tanti, a distanza di anni ancora cercano, proseguendo per le vie storiche sino a Palazzo Cavarretta, sede del Consiglio Comunale, quale organo di diretta espressione rappresentativa della comunità locale.

“Fare memoria non significa soltanto ricordare le vittime della mafia, significa riaffermare quei valori per i quali persone comeG.G.Ciaccio Montalto, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino,Francesca Morvillo, tutti coloro che sono caduti per mano mafiosa, hanno lottato fino alla morte”.

Così il Procuratore della Repubblica di Trapani Marcello Viola ha accolto tutti ad apertura della manifestazione innanzi al tribunale, esortando la memoria ma accompagnata dall’impegno della difesa di quei valori nel futuro.

Quello stesso futuro che il radicarsi della mafia uccide ogni giorno, urlato dalle piccole e grandi voci ad ogni singolo passo, lungo il cammino della “memoria”, ricco dei colori della legalità, della perseveranza, del coraggio, della verità che vive nei volti di chi adesso non è più con Noi e che ci si impegnerà a trasmettere e ad insegnare.IMG_0927

“Il silenzio è mafia”, “No alla Mafia”, “Per la legalità e la Giustizia”, “ Cento voci, Cento bimbi, Cento cuori”, “ La verità illumina la Giustizia”, “Io Ricordo”, “Chi non c’era non può, non deve, non vuole dimenticare”. 

I messaggi riportati sui grandi cartelloni, i manifesti, gli striscioni, le sagome “viventi” delle vittime che i partecipanti hanno simbolicamente “adottato” ed imparato a conoscere il loro senso del dovere, hanno reso diversa una città quasi indifferente, non abituata al “rumore” di chi espone il proprio disprezzo verso un sistema di intimidazione, violenza, sottomissione, omertà, corruzione.

“La mafia è ancora lì e non abbassa mai la guardia” ha affermato la referente del Presidio trapanese Gisella Mammo Zagarella. La mafia approfitta dell’assenza dello Stato, della crisi economica, della disoccupazione crescente, della distrazione, infiltrandosi e ritenendosi “la salvezza” distruttiva. È per questo che ricordando ci si impegna a risvegliare le coscienze, a renderle libere, prive di condizionamenti e orientate all’onestà e alla consapevolezza di “stare dalla parte giusta”.

Lungo il corteo è stato possibile “far camminare le idee” dei grandi uomini e renderli viventi sulle gambe dei ragazzi. Questo significa portare avanti un percorso di responsabilizzazione e partecipazione alla vita democratica, cambiando il corso della storia, senza mai subire gli eventi.

Obiettivo del progetto intrapreso da Libera Trapani durante i mesi del corrente anno scolastico è stato quello di “portaresimbolicamente con Noi i loro corpi e il loro esempio”, grazie ad un lavoro di ricerca, di conoscenza e di condivisione con gli istituti scolastici e l’associazionismo, che con serietà e dedizione hanno permesso di scendere in campo Insieme. Il NOI che unisce e che reagisce.

Giunti a destinazione, accolti dalla riflessione sul valore del 21 Marzo della referente del Presidio, “ogni persona merita di essere ricordata e noi rinnoviamo il nostro impegno”, lungo la gradinata di Palazzo Cavarretta, si è proseguito alla lettura dei 945 nomi mai dimenticati, da parte degli alunni e dei rappresentanti delle Associazioni, nel silenzio di circa 1000 persone, scandito soltanto dal suono di un tamburo. 

Le emozioni suscitate sono state tangibili dagli occhi ricchi di commozione e riflessione su un presente ancora lontano dal sogno di S.E Fulvio Sodano “ vivere in un mondo giusto, dove ognuno ha una possibilità ed è libero di esercitare i propri diritti”. IMG_0925

Un momento di commemorazione è stato dedicato dall’Istituto Comprensivo Mazzini di Erice, in concomitanza con l’imminentetrentesimo anniversario della strage di Pizzolungo, a BarbaraRizzo e ai figli Giuseppe e Salvatore Asta: una poesia “Io Ricordo” letta da un alunna, ad opera della docente Germana Bruno, ha percorso gli eventi di quella mattina iniziata serenamente, con la voglia di andare a scuola “ che li ha attesi ore ed ore perché al mondo c’è gente senza cuore! Gente che come niente si alza al mattino e cambia ad un tratto il tuo destino”, “angioletti in cielo volati che neanche in quel momento la mamma vi ha abbandonati”. 

Non sono mancati gli interventi spontanei, decisi dei piccoli alunni, desiderosi di manifestare a tutti il loro No alla mafia , “ perché è cattiva” “ma che si può combattere e distruggere con Noi”. È dalle voci delle piccole generazioni che germoglia la voglia di illuminare la nostra terra di una nuova luce, e di frapporci alla disonestà, quasi come fosse un eclissi, la stessa che il 20 Marzo ha accompagnato i passi dei ragazzi. La luna che si interpone fra la Terra e il Sole, così come Noi dobbiamo interporci tra  l’illegalità e la Giustizia.

Il Presidio accoglie la forte partecipazione considerandola un piccolo salto verso un percorso ed una collaborazione con il mondo della scuola consolidata negli anni, costante, continua, reale e produttiva.

IMG_0926A conclusione non mancano i complimenti ai lavori realizzati,esposti per tutto il fine settimana in orario pomeridiano a Palazzo Cavarretta, e i ringraziamenti del Presidio nei confronti degli istituti scolastici, della Rete degli Studenti che ha condiviso e sostenuto attivamente il progetto, delle Associazioni partecipanti.

IV Circolo “G.Marconi”

Istituto Comprensivo “Collodi-Sturzo”

Istituto Comprensivo “Bassi/Catalano”

Istituto Comprensivo “G.G.Ciaccio Montalto”

Istituto Comprensivo “G.Mazzini”

III Circolo Didattico Statale “Umberto di Savoia”

Rete degli Studenti Trapani

Liceo “R.Salvo/Bonarroti”

Liceo “Fardella/Ximenes”

I.S “S.Calvino/G.B. Amico”

I.P.S.E.O.A. “I. E V. Florio”

Movimento Agende Rosse “Rita Atria” Trapani

Associazione “Antonino Via Eroe Contemporaneo”

Associazione “Io Giovane con i Giovani” Salesiani

Associazione Azione X

Associazione Misericordia

Uisp

Acli.

Letto 871 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>