Il Gal Golfo di Castellammare organizza a Cinisi “Contradanza ieri, oggi e domani”

Pubblicato: venerdì, 13 febbraio 2015
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
1

incontradanzaCINISI - Si terrà domani mattina a Cinisi alle ore 9.30 presso l’Aula Consiliare del Comune - Palazzo dei Benedettini (piazza Vittorio Emanuele Orlando) l'incontro durante il quale si presenterà il programma della Manifestazione itinerante organizzato dal Gal Golfo di Castellammare. A seguire, alle ore 10:00 circa, si svolgerà il convegno “Contradanza ieri, oggi e domani” che rappresenta l'evento inaugurale della Manifestazione.

L’incontro, aperto al pubblico, riunirà esperti etnologi, etnomusicologi, musicisti e studiosi di musica popolare attorno al tema della “Contradanza siciliana”. Argomento centrale della discussione sarà, quindi, la cultura e le tradizioni dei territori del GAL che si “InContra..no” nel ballo della ContraDanza. Nato come ballo di corte nel periodo della dominazione Normanna in Sicilia, la contradanza si è poi diffusa tra le popolazioni locali, fino a diventare la danza più praticata in occasione delle feste nuziali e soprattutto durante il Carnevale.

Interverranno il Dott. Giangiacomo Palazzolo - Sindaco di Cinisi, il Dott. Pietro Puccio - Presidente del GAL Golfo di Castellammare, il Prof. Sergio Bonanzinga - Docente di Etnomusicologia presso l’Università di Palermo, la Dott.ssa Simona D'Agostino dell’Università di Palermo, il Prof. Giovanni Ruffino - Preside Emerito della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Palermo e il Musicista ed Etnomusicologo Ambrogio Sparagna, fondatore dell’Orchestra Popolare Italiana dell'Auditorium Parco della Musica di Roma.

“Allo scopo di raccogliere le testimonianze di ciò che questo ballo ha rappresentato e rappresenta tuttora nei territori del GAL – spiega Pietro Puccio, Presidente del GAL Golfo di Castellammare – abbiamo voluto promuovere l’incontro del 14 febbraio per celebrare questa danza, quale elemento storico unificante per i sette Comuni consorziati del GAL Golfo di Castellammare”.

Letto 1612 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>