La Consulta dello Sport di Alcamo pungola l’Amministrazione di Alcamo. Il Sindaco risponde

Pubblicato: mercoledì, 4 febbraio 2015
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Comune AlcamoALCAMO. Botta e risposta tra la Consulta dello Sport di Alcamo, presieduta da Giuseppe Messana, e il primo cittadino di Alcamo, Sebastiano Bonventre.

Il ricorso presentato all'Amministrazione Comunale - si legge in un comunicato della Consulta - circa le modalità adottate di attribuzione del sostegno economico alle attività sportive. Il ricorso è stato presentato a tutela di tutte le ASD alcamesi a vario titolo operativo che hanno richiesto il sostegno economico all'Amministrazione. Come Vi e' noto tale sostegno è stato negato alla quasi totalità delle ASD di qualsiasi sport ,livello e categoria ma ritengo che la procedura adottata sia stata e sia mortificante verso quanti , con sacrifici e volontà , sostengono gli sport ad alcamo mentre non è chiaro il procedimento attivato per concedere contributi ad una sola associazione.

La Consulta lamenta che non gli è stata trasmessa, da parte dell'Amministrazione, alcuna comunicazione ufficiale in merito alla mancanza di dotazione economica del capitolo di bilancio dedicato allo sport né il progetto di manifestazione straordinaria per la valutazione secondo le norme già citate.

Non essendoci - si interrogano dalla Consulta - fondi per il sostegno dell'attività  sportiva ordinaria e straordinaria a beneficio di tutti i richiedenti come mai si sono trovati ingenti fondi per una sola Società Sportiva? Come mai a favore della stessa Associazione Sportiva si concede l'uso gratuito dell'impianto sportivo Lelio Catella ?  Come mai si prospetta la stessa metodica di concessione per altra società calcistica mentre altre società vengono private dell'uso pur volendo pagare le tariffe d'uso previste dal vigente regolamento?  Perchè tali concessioni non si  adottano per tutte le Associazioni sportive che operano avari livelli Federali e/o sociali che si curano , anche , delle attività giovanili a contributo ridotto per l'utenza che viene impiegato , fra l'altro , per pagare le palestre comunali oltre che sostenere i costi per lo svolgimento delle attività a vari livelli sia seniores che giovanili?

Alla luce di quanto sopra riportato la consulta chiede all'Amministrazione il ritiro della delibera di giunta e convocare una conferenza di servizi per stabilire le regole dello sport che siano per tutti uguali.

La risposta del Sindaco non si è fatta attendere. Per l'Amministrazione di Alcamo, guidata da Sebastiano Bonventre, la consulta dello sport non tiene conto che: 1)il bilancio non lo approva la giunta ma il consiglio che non ha apportato alcuna variazione azzerando di fatto il capitolo destinato allo sport ( non vedo in indirizzo alcun elemento del consiglio comunale); 2) le società sportive che svolgono campionati di rilievo senza attività di lucro non dovrebbero pagare l'uso delle strutture (una per ogni disciplina). 3) il contributo straordinario concesso all'alba o calcio è stato concesso perché questa società si è sostituita per lungo tempo al comune nella manutenzione della struttura del Catella 4) emerge una assoluta incapacità di leggere le difficoltà economiche della nazione e della regione in particolare che impone ben altri sacrifici alla gente 5) visto il tono di questa lettera chiederò alla guardia di finanza di accertare quanto effettivamente incassato dalle varie società sportive in relazione alle attività svolte, se ciò è regolarmente dichiarato e chiederò ancora al consiglio comunale di adeguare le tariffe di uso delle strutture in relazione al fatturato. 6)il ruolo della consulta riveste importanza in quanto espressione di piena apertura e trasparenza dell'amministrazione. Non è la prima volta che il sig.Messana adopera linguaggi e termini a dir poco irriguardosi lanciando accuse gratuite e destituite di ogni fondamento. Credo sia giunto il momento di dire basta una volta per tutte.

Letto 804 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>