MODi: “cittadini non rimpiangete l’amministrazione Scala”

Pubblicato: sabato, 31 gennaio 2015
Vota l\'articolo
20
Vota l\'articolo
1

modiALCAMO - L'associazione MODi - Opinioni Differenti ha inviato un comunicato con il quale analizza la situazione attuale della politica alcamese ed invita la cittadinanza ad evitare di cadere nell'errore di rimpiangere l'amministrazione precedente, considerando che molti degli attuali problemi sono frutto dell'alora cattiva gestione.

“Dopo un apparente letargo, alcuni dei soliti personaggi della politica alcamese cominciano di nuovo a fare parlare di sé.

MODi intende manifestare chiaramente la sua posizione per invitare i cittadini a riflettere e a non cadere vittima di una insidiosa trappola: indurci a credere che prima, quando questi volti noti erano direttamente al potere, le cose andavano meglio. Questo teorema è assolutamente falso, perché il vero sviluppo del territorio e la buona amministrazione non possono assolutamente convivere con il favoritismo e le clientele elettorali. L'attuale amministrazione si è rivelata disastrosa su molti fronti, non riuscendo a portare avanti progetti e servizi per i cittadini, ma il danno più grande che ora Bonventre potrebbe fare alla città è quello di far rimpiangere le amministrazioni Scala. Il che non sarebbe purtroppo una incoerenza, visto che nonostante il sindaco attuale si sia auto-collocato nel solco della discontinuità, in realtà non ha mai preso pubblicamente le distanze dai principali esponenti di quel sistema di potere che hanno regnato ad Alcamo prima di lui.

A quei cittadini che a causa dell'inconcludente amministrazione Bonventre cominciano a pensare che "si stava meglio prima", MODi ricorda che "quelli di prima" sono gli stessi personaggi che hanno voluto e lottato così fortemente per l'elezione di questo sindaco fino al punto che qualcuno di loro è accusato ed è sotto processo per voto di scambio. E questi stessi ora vorrebbero ipocritamente ergersi a nuovi "salvatori della patria"? Riorganizzandosi politicamente sotto nuove bandiere ma confidando in fondo solo nei loro pacchetti di voti e negli amici degli amici? È assurdo. È INACCETTABILE. Nessuno di costoro ha avuto invece il coraggio e l'onestà di chiedere pubblicamente scusa a tutta la cittadinanza per l'esito negativo di questa amministrazione. E, soprattutto, nessuno di costoro si sente responsabile nei confronti della città per tutte le scellerate scelte politiche precedenti, quando si spendeva molto allegramente il denaro pubblico per iniziative utile più ai politici che alla collettività. Come quella di aver riempito gli uffici comunali di centinaia e centinaia di precari i cui stipendi sono a carico del Comune e della Regione, cioè a carico nostro. E mentre certi uffici erano strapieni di precari, nel frattempo il Comune affidava ad aziende esterne appalti di vario genere. Scelte politiche le cui ricadute negative per la finanza pubblica permangono nel tempo e che aggravano e aggraveranno la crisi delle casse comunali.

Davanti a questa diabolica operazione dei soliti "volponi" della politica alcamese che vogliono legittimare il loro diretto ritorno al potere, MODi non vuole e non può rimanere in silenzio. L'indifferenza sarebbe un modo di rendersi complice di questa "restaurazione" politica. Pertanto manifesta con forza la sua Opinione Differente e, fungendo da sentinella civica, vuole allertare le coscienze degli alcamesi.

Nel 2012, la città di Alcamo è stata vicinissima ad una clamorosa svolta politica e non crediamo che si possa tornare indietro come se nulla fosse accaduto. Dobbiamo guardare avanti.”

Letto 1546 volte.
1 Commento
Dì la tua
  1. elio ha detto:

    questa analisi è anche magnanima,vi è di peggio!

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>