MENS SANA IN CORPORE SANO

Pubblicato: lunedì, 26 gennaio 2015
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
0

ciboLa relazione tra cibo e mente è mediata da un delicatissimo rapporto di equilibrio tra ciò che ingeriamo e ciò che viene assimilato dal nostro sistema nervoso, per funzionare più o meno bene. Infatti, le nostre cellule nervose (o neuroni), in particolar modo quelle del cervello, sono deputate alla produzione di svariati neurotrasmettitori, questi ultimi responsabili delle complesse attività mentali (emotive, umorali, cognitive, di pensiero, ecc.) che costantemente guidano la nostra esistenza. In funzione delle complesse attività che svolgono, le cellule nervose del cervello sono quelle che consumano maggiore quantità di energia rispetto alle cellule degli altri organi del corpo. Per tale motivo, tramite l’alimentazione, dobbiamo consentire ai nostri neuroni non solo il giusto apporto di carburante, ma anche il giusto apporto di sostanze che possano garantire un’adeguata manutenzione delle cellule stesse. Diversi squilibri alimentari possono essere responsabili di spossatezza fisica, diminuzione delle prestazioni cognitive, tensione, labilità emotiva, umore altalenante, nervosismo, apatia, sonno disturbato, ecc. Vediamo allora, quali sono gli alimenti che non devono mancare nella nostra dieta e quelli in cui non dobbiamo eccedere. La maggiore fonte di energia per il sistema nervoso è rappresentata dai carboidrati. Questi, tuttavia, se assimilati in eccesso, specialmente tramite le sostanze dolci, possono provocare sonnolenza, spossatezza e rallentamento cognitivo dovute dell’aumento dei livelli di insulina. Per tale motivo, gli zuccheri possono essere meglio assimilati dai carboidrati complessi, presenti nei cereali e nei legumi. Tutto l’organismo, ed in particolare il sistema nervoso, è costituito da componenti lipidiche (fosfolipidi). Queste, consentono sia il passaggio delle componenti nutritive attraverso le pareti cellulari, sia forniscono una protezione contro possibili attacchi patogeni esterni. Le migliori componenti lipidiche possiamo assumerle attraverso gli acidi grassi polinsaturi (Omega 3 e Omega 6), di cui sono ricchi pesce e frutta secca, ma anche l’olio di oliva è un ottimo grasso insaturo. Gli Omega 6 sono contenuti in verdura, cereali e carne (quest’ultima da consumare senza esagerare). Le Proteine, formate a loro volta da aminoacidi, sono dei fondamentali precursori e mediatori dei neurotrasmettitori. Esse sono presenti in pesce, carne, uova, latte, formaggio, cereali e legumi, verdure. Alcuni importanti aminoacidi sono il Triptofano o la Tirosina, che mediano rispettivamente la formazione della serotonina e della dopamina, fondamentali per il buon umore, il senso di piacere, l’attivazione emozionale, la reattività allo stress. Altre sostanze fondamentali per il benessere del sistema nervoso sono le Vitamine, presenti generalmente nella frutta, nel pomodoro, nelle carote, pesce, uova, latte e derivati, verdure a foglia verde, semi ed oli vegetali, piselli, cereali. Infine, non devono mancare al nostro sistema nervoso i Sali Minerali, come calcio, ferro, fosforo, iodio, magnesio, potassio, sodio, ed oligoelementi come selenio, zinco e zolfo, tutti determinanti nella mediazione di molteplici funzioni fisiologiche e mentali. Essi sono presenti in cereali integrali, legumi, frutta e verdura fresche, pesce e frutti di mare, cioccolato e frutta secca, latte e derivati, carne. Attenzione al consumo di alcuni alimenti (specie se in eccesso) che hanno delle funzioni sregolanti la normale funzionalità del sistema neuropsicologico. Alcune di esse sono: carne rossa, alcool, caffè, tè, zucchero bianco. Per favorire un buon assorbimento dei cibi, è buona norma mangiare lentamente e, perché no, godersi il momento allontanando i pensieri molesti. Fabio Settipani Psicologo - Psicoterapeuta

Letto 1073 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>