La cultura si fa a costo 0 per il comune, ad Alcamo non ci sono fondi per le associazioni

Pubblicato: giovedì, 8 gennaio 2015
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
1

Selene Grimaudo slideALCAMO. L'assessorato alla cultura di Alcamo ha ringraziato tutte le associazioni che nel 2014 hanno contribuito a ravvivare il clima cittadino con manifestazioni ed eventi. L'assessorato ringrazia e stringe simbolicamente la mano in assenza della possibilità di dare un piccolo contributo a quanti hanno lavorato durante lo scorso anno per rendere il panorama alcamese vivo e attivo soprattutto culturalmente. Quest'anno non vi saranno contributi per nessuna associazione.

"Tutti voi avrete seguito le vicende Comunali in merito alle variazioni di bilancio che avrebbero potuto offrire un sostegno alle realtà culturali del territorio che, purtroppo, non hanno avuto seguito perché non trattate dal Consiglio Comunale per mancanza di numero legale (erano presenti solo 11 consiglieri su 30) nella seduta specifica, che è andata deserta. L’Assessorato alla Cultura non è stato messo in condizione, dunque, di sostenere dal punto di vista economico le molteplici associazioni che continuano, coraggiosamente, a non arrendersi nella loro programmazione. Non avere dato la possibilità alla Cultura di potere essere sostenuta nelle sue attività peculiari, non avere offerto un seppur minimo sostegno economico, mortifica quanti continuano a credere che la cultura sia volano di sviluppo sociale, turistico, economico, di crescita personale e di un’intera Comunità. Non si può che prendere atto della scarsa considerazione che, con questi segnali, è stata data alla cultura negando gli strumenti per operare ma, allo stesso modo, questo assessorato invita tutte le associazioni ad andare avanti"- ha scritto l'assessore Grimaudo commentato l'accaduto.

La dott.ssa Grimaudo si impegna già a partire da questi giorni a stabilire le basi perchè questo non accada nuovamente in futuro poichè per quanto si trattasse di contributi talvolta irrisori questi contribuivano ad un respiro maggiore per realtà cittadine che operano volontariamente affinchè si faccia cultura.

"La Cultura, che quest’anno è stata svilita, maltrattata e non considerata come punto fermo dello sviluppo della nostra società, il prossimo anno non potrà più subire la stessa sorte e ci si impegna a prevenire il fenomeno verificatosi, per ridare dignità culturale alla nostra Città. Nell’augurare un nuovo anno ricco di sempre maggiori successi nel campo d’azione in cui si opera, si invita a proseguire quel raccordo fattivo già iniziato nei mesi scorsi con questo assessorato, consolidando quell’azione sinergica finalizzata alla creazione di input positivi per la crescita culturale di Alcamo" ha concluso nella sua nota l'assessore.

Letto 816 volte.
1 Commento
Dì la tua
  1. sparta ha detto:

    ATTUALMENTE SI FORAGGIANO GLI ENTI CHE SI ADOPERANO SULLA TRATTA DEGLI IMMIGRATI.
    LA CULTURA ITALIANA, LOCALE E LO STATO SOCIALE PUO’ ATTENDERE.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>