Palermo sotto shock: clochard trova neonata nel cassonetto della spazzatura, muore in ospedale.

Pubblicato: lunedì, 24 novembre 2014
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
1

CarabinieriPALERMO. La città di Palermo è sotto shock per quanto accaduto poche ore addietro. Stamattina alle ore 11 e 30 circa sull’utenza 112 del Pronto Intervento, è arrivata la chiamata da due signore, che richiedevano un immediato soccorso, in merito al rinvenimento di una neonata abbandonato in un cassonetto.

Le due donne, nel transitare per la via Ferdinando Di Giorgi nr. 1, venivano fermate da un clochard che, mentre rovistava tra i rifiuti di un cassonetto posto a ciglio strada, si accorgeva della presenza di una neonata avvolto in un lenzuolino, posto all’interno di un borsone di colore rosso. L’operatore della Centrale Operativa dei Carabinieri  diramava tempestivamente la nota a tutte le auto in servizi, per i soccorsi e contestualmente informava i sanitari del 118 per un immediato intervento.

Anche se i soccorsi sono stati tempestivi, dopo che il corpicino del neonato, risultato di sesso femminile ancora vivo è stato trasportato a mezzo ambulanza, presso il reparto di neonatologia del locale Ospedale Civico, dove decedeva alle successive ore 11,55 circa, per sopraggiunte complicazioni.

Sul luogo del ritrovamento, sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia Palermo San Lorenzo, del Nucleo Radiomobile e della Sezione Investigazioni Scientifiche che hanno transennato la zona per eseguite i rilievi tecnici di competenza. Nel cassonetto in questione, i Carabinieri hanno rinvenuto inoltre all’interno del borsone rosso, una scarpa da adulto ed un paio di forbici, presumibilmente utilizzate per recidere il cordone ombelicale. Al momento si sconosce la nazionalità del neonato, poiché completamente cianotico.

I Carabinieri, fanno appello a tutta la cittadinanza a collaborare alle indagini, affinché abbiano notato la presenza di persone sospette aggirarsi nei pressi di via Ferdinando Di Giorgi nr. 1, mentre si disfacevano di un borsone rosso. Sono in corso indagini.

Letto 1764 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>