Voto di scambio con la regia della mafia

Pubblicato: martedì, 18 novembre 2014
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
1

corruzione-italiaVerso il processo per Filardo, cugino del boss latitante Matteo Messina Denaro, e Aldo Licata, fratello di Doriana candidata alle regionali del 2012

I pm della dda di Palermo Paolo Guido e Carlo Marzella hanno chiuso le indagini a carico del cugino del boss latitante Matteo Messina Denaro, Giovanni Filardo, delle due figlie e della moglie, dell'imprenditore Aldo Licata e del presunto capomafia di Campobello di Mazara Nicolò Polizzi. Filardo, la moglie Francesca Maria Barresi e le figlie Floriana e Valentina sono accusati di intestazione fittizia di beni, Licata e Polizzi di voto di scambio politico-mafioso. Vennero tutti arrestati a dicembre del 2013 nel blitz che portò in carcere boss, gregari e favoreggiatori di Messina Denaro, il cosiodetto blitz “Eden”. Filardo avrebbe intestato conti correnti e quote di società a moglie e figlie per scongiurare le misure di prevenzione e agevolare Cosa nostra. Licata e Polizzi, invece, in cambio di somme di denaro, avrebbero ottenuto la promessa che i clan avrebbero sostenuto Doriana Licata, ex copnsigliere comunale assessore provinciale, sorella dell'indagato Aldo, candidata (non eletta) con l'Mpa di Lombardo alle regionali nel 2012.

Letto 1539 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>