Indagine sull’ex comandante, “non ci sono abusi”

Pubblicato: venerdì, 31 ottobre 2014
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

polizia municipale multaL’intervento del difensore di Francesco Guarano: “la Cassazione cancella totalmente la misura interdittiva”

Ieri abbiamo dato notizia degli sviluppi dell’indagine per abuso riguardante Francesco Guarano, ex comandante (rimosso dal sindaco Damiano) dei vigili urbani di Trapani. Come abbiamo scritto (correggendo immediatamente una notizia non corretta sempre pubblicata nell’edizione di ieri) la Cassazione ha cancellato la decisione del Tribunale del Riesame che accogliendo la richiesta della Procura di Trapani aveva a sua volta modificato la decisione del gip riconoscendo la necessità di imporre al Guarano una misura interdittiva. Niente divieto di dimora per Guarano ha deciso la Cassazione e così abbiamo titolato l’articolo. Oggi abbiamo ricevuto una precisazione del difensore del Guarano, avv. Salvatore Vulpetti che doverosamente di seguito pubblichiamo perché utile a chiarire maggiormente i contorni della vicenda.

La lettura del pezzo, come esso trovasi in mio possesso, mi impone di contattarla onde segnalarle talune inesattezze, una delle quali di carattere sostanziale, delle quali sono certo avrà modo di tenere conto. La prima consiste nel fatto che, contrariamente a quanto da Lei riferito nel suddetto articolo, né la difesa del Guarano, né tantomeno quest’ultimo, hanno mai ammesso che costui prestasse attività lavorativa professionale presso lo studio di consulenza. Molto diversamente, è stata ammessa soltanto la circostanza della frequenza, giustificata da ragioni del tutto diverse dalla prestazione lavorativa. Solo in via ipotetica e subordinata alla prima tesi si è sostenuto che, ancorchè potesse considerarsi la mera frequenza come equiparabile a prestazione lavorativa, tale situazione di per sé sola comunque non integrava il contestato reato di abuso d’ufficio. La seconda, certamente più importante, risiede nel fatto che la Corte di Cassazione (sezione VI sentenza nr. provv. 1576/2014 udienza del 14 ottobre u.s.) ben diversamente da quanto da lei divulgato non ha per niente respinto il ricorso del Guarano, presentato mio tramite; bensì lo ha accolto totalmente, addirittura disponendo l’annullamento della ordinanza del Tribunale della Libertà, senza alcun ulteriore rinvio; formula la cui portata sono sicuro le sarà immediatamente chiara, se non altro per la sua lunga esperienza di cronista giudiziario.

Letto 952 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>