Piccolo e Cassarà assolti con formula piena dall’accusa di lottizzazione abusiva in Via Giordano ad Alcamo

Pubblicato: mercoledì, 8 ottobre 2014
Vota l\'articolo
10
Vota l\'articolo
0

tribunaleTRAPANI. Si chiude con sentenza di assoluzione con formula piena da parte del Tribunale Monocratico di Trapani, presieduto dal giudice Gianluigi Visco, il processo a carico di Antonello Cassarà e Silvio Piccolo, rispettivamente amministratore di EdilEuropa srl e architetto. I due erano indagati per la costruzione di alcune palazzine ubicate in via Giordano ed accusati di lottizzazione abusiva e difformità.

Entrambi sono stati assolti dai due capi d'accusa. Il primo riguardante la lottizzazione abusiva, in quanto il fatto non sussiste. Mentre per  l'accusa relativa alla costruzione di manufatti in violazione degli strumenti urbanistici (con riguardo ai parametri d'altezza e della densità fondiaria) il giudice assolve gli imputati in quanto il fatto non costituisce reato.

Accolta quindi in pieno la tesi difensiva dei legali Abate e Motisi dopo un lungo e tortuoso processo.

"Esprimo - dichiara l'Avvocato Vincenzo Abate - viva soddisfazione per la sentenza emessa dal Tribunale di Trapani, che accogliendo in pieno le motivazioni giuridiche rappresentate dalla difesa ha assolto con formula piena entrambi gli imputati. La decisione assunta dal giudice monocratico ha, pertanto, permesso di fare piena chiarezza in relazione ad una complessa vicenda processuale che si è protratta per più di 2 anni e ha, contestualmente, dato serenità alle 83 famiglie che erano indirettamente coinvolte nel processo in questione"

Letto 2489 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>