Il Flop della tassa di soggiorno a Castellammare del Golfo

Pubblicato: mercoledì, 1 ottobre 2014
Vota l\'articolo
3
Vota l\'articolo
2

castellammare_castello_normannoCASTELLAMMARE DEL GOLFO. L'istituzione della "tassa di soggiorno" doveva essere una soluzione economica per affrontare l'impegno di co-marketing, assunto dal Comune di Castellammare, a garanzia della permanenza della compagnia Ryanair all'aeroporto di Trapani V.Florio I dati degli incassi della stagione estiva, però, non sembrano rispecchiare le aspettative dell'amministrazione comunale.

Dal 1 Maggio al 31 Agosto del 2014, il Comune ha incassato circa 70 mila euro, cifra nettamente inferiore rispetto agli impegni presi nell'accordo di co-marketing. L'Amministrazione Coppola, infatti, aveva preso l'onere, attraverso una delibera di giunta del 19 novembre del 2013, di stanziare una quota di 120 mila euro annui. Decisione quasi obbligata per scongiurare l'ipotesi di un allontanamento della compagnia irlandese dal territorio trapanese e la conseguente perdita economica per le tante attività turistiche presenti sul territorio. Sebbene restano ancora da incassare i mesi di Settembre e Ottobre, sembra ormai difficile che si possano recuperare tutta la somma restante, pari a  50 mila euro.

Questa vicenda, però, mette in luce anche una grande economia sommersa. A pagare la "tassa di soggiorno", infatti, sono quasi sempre le medie e grandi strutture ricettive, che non hanno mai fatto un passo indietro per la tutela del turismo della propria città. Il sommerso si aggira tra le tante e frastagliate piccole strutture che, forse, non sono state adeguatamente informate sulle novità della tassa di soggiorno o che non hanno avuto gli opportuni controlli da parte del Comune. Adesso il danno è fatto e bisogna trovare altre risorse per mantenere l'accordo di co-marketing.

Una vera è propria tegola economica per l'amministrazione Coppola che ipotizzava di recuperare dalla tassa di soggiorno circa 150 mila euro, destinando 120 mila all'accordo con Ryanair e 30 mila per alcuni interventi sul territorio. Un altro nodo che dovrà risolvere il primo cittadino, Nicolò Coppola, in aggiunta alle tante problematiche che ogni giorno il territorio inizia a presentare.

Letto 3109 volte.
7 Commenti
Dì la tua
  1. rosencraz ha detto:

    Siamo alle solite
    Il danno ricadrà sulla comunità e non su chi affitta le camere e gli appartamenti in nero.

  2. Camillo Coppola ha detto:

    Ho letto l’articolo del sig. Contento , ed ancora una volta devo rilevare che i dati in suo possesso non sonno reali. Già altre volte gli avevo consigliato di reperire i dati direttamente al Comune così avrebbe potuto accertare che il dato incassato fino alla fine di Agosto, é pari ad € 80.053,75 che è un dato diverso da 70 mila euro con delle proiezioni diverse. Tengo a sottolineare che per motivi diversi la partenza della tassa di soggiorno per il 2014 è stata prorogata di qualche mese e comunque come primo anno ai sperava nel raggiungimento di 120 mila euro.
    Non è detto che l’obiettivo non possa essere raggiunto, e comunque ritengo che l’associazione albergatori abbia profuso il massimo impegno nell’incassare la tassa di soggiorno. Concordo sull’economia sommersa, infatti l’obiettivo dei prossimi mesi dovrà essere quello di far in modo che vengano allo scoperto quelle realtà che potrebbero alimentare tale tributo. Infatti con i regolamenti di prossima attuazione sugli incentivi per il centro storico e sulle agevolazioni tributarie per le strutture alberghiere si spera che anche il sommerso possa emergere.
    Al 31 Dicembre.

  3. Maria ha detto:

    Caro Sig. Camillo Coppola, capisco che ormai lei è l’avvocato difensore del primo cittadino. Ma in ogni caso circa 70 mila o 80 mila poco cambia. LE CIFRE SONO NETTAMENTE INFERIORI A QUELLE PREVENTIVATE.

    Siate seri voi del PD e affrontate serimente le questioni, al posto di fare gli scendiletto di chiunque! Mostrate dignità!

    • Camillo coppola ha detto:

      Non so chi sia Maria , ma farebbe bene a riflettere su quello che scrive, perché 70 in proiezione non sono 80 e sopratutto i calcoli vanno fatti alla fine dell’anno. Non so se ha potuto notare che nel mese di settembre l’ afflusso turistico è continuato e confidiamo anche su ottobre. Stendo un velo pietoso sul ” scendiletto di chiunque” perché è una frase che lascia il tempo che trova. Come dicevo prima i conti vanno fatti a fine anno e comunque questo flop non lo vedo, perché ormai è evidente che se non arriveremo ai 120 mila euro poco ci manca e ….. Come primo anno possiamo anche accontentarci. Per i più giovani comunico che non sono mai stato democristiano, ma ho sempre militato all’interno della sinistra Castellammarese, e non penso di diventarlo alla vecchiaia.

  4. andrea ha detto:

    questo “signor” Contento che dice di essere un giornalista, non è la prima volta che scrive cazzate. Il fatto che lavora nello studio del Dott. Fausto sicuramente lo influenza negativamente. Prima di scrivere prenditi la buona abitudine di documentarti per come si deve, non scrivere sotto dettatura di Peppe Fausto.l’unica cosa che sai fare è scrivere solo cazzate. un consiglio: cambia mestiere.

    • Pietro ha detto:

      Perfetto ci siamo messi anche ad offendere i giornalisti.
      A questa Amministrazione non manca più nulla. State toccando il fondo.
      Non è forse vero che le aspettative erano più alte?!?
      Non è vero che c’è molto sommerso?!?

      CARI FILOGOVERNATIVI SIATE PERSONE SERIE O VOLETE OMERTA’ e LAVORO NERO.

  5. Cari Camillo lascia perdere. Tutti noi castellammaresi ci auguriamo che la sua breve esperienza politica si chiuda al più presto. Al prossimo giro voterò Cambiamenti!
    Cosa cavolo criticate il centesimo?!? Perchè non fate autocritica?!? siamo sotto le previsioni!
    Assumetevi le proprie responsabilità! Bravo a chi ha messo in luce questa vicenda!

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>