Abc: “Impegno mantenuto, ma non è tutto”

Pubblicato: sabato, 6 settembre 2014
Vota l\'articolo
5
Vota l\'articolo
6

IMG-20140905-WA0013 ALCAMO. Consegnato ieri pomeriggio il vespasiano dono del movimento Abc alla città di Alcamo. Un gesto tutt'altro che simbolico che si pone in continuità con quanto promesso in campagna elettorale e scritto nello statuto stesso del movimento alcamese. I consiglieri comunali eletti, che per Abc sono 3, devolvono il 30 % dei propri emolumenti ad un fondo che viene poi utilizzato per acquistare opere di pubblica utlità.

"Questa è la prima opera che abbiamo deciso di acquistare individuando in piazza Pittore Renda una zona frequentata da molte persone anziane, mortificate di dover chiedere continuamente ospitalità alle attività circostanti, cui stagionalmente si aggiungono anche molti stranieri. Il vespasiano è stato posto in questa piazza tenendo conto di questi dati di realtà e poichè in piazza della Repubblica, altra zona densamente popolata, l'amministrazione aveva garantito già un accesso ad un bagno, salvo poi revocarlo successivamente"- queste le parole della presidente del movimento Paola Messina.

"Bisogna dare merito a chi ha collaborato all'iniziativa permettendo l'allaccio immediato alla rete idrica e la collocazione tempestiva del "bene", in particolar modo l'ingegnere Parrino del Comune che ha mostrato grande disponibilità e velocità nell'attivarsi per portare a termine la collocazione - continua Paola Messina.- Adesso che il bene è stato consegnato alla cittadinanza e al comune occorre che quest'ultimo contribuisca alla pulizia e al mantenimento di uno stato decoroso del vespasiano di cui tanti potranno usufruire. Si tratta di una struttura moderna che non emana cattivi odori e non rende neanche difficile la pulizia, come è possibile vedere in tante altre città europee".

Per Abc si tratta del primo dono frutto dell'impegno preso in campagna elettorale ma dal movimento assicurano che gli altri fondi ricavati dall'attività di consigliere di Sebastiano Dara, Vito Lombardo e Mauro Ruisi, saranno presto destinati ad altre opere che verranno individuate a seguito di un'attenta analisi delle esigenze della cittadinanza.

Letto 2037 volte.
1 Commento
Dì la tua
  1. FRANCESCO ha detto:

    Alcamo non ha bisogno di elemosine ma di legalità a tutti i livelli, compreso la lotta alla mafia, che non avvenire da avvocati che difendono amici ed amici degli amici.
    Il 30% è niente, ci vuole una decurtazione del 70% ma di tutti i consiglieri.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>