Strage della casermetta di Alcamo Marina, respinto il ricorso del Governo italiano

Pubblicato: giovedì, 19 giugno 2014
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

strage alcamo marinaLa corte di Cassazione, sezione prima, ha dichiarato inammissibile il ricorso del Governo italiano, costituito parte civile, contro la sentenza di assoluzione di Gulotta Giuseppe pronunciata dalla corte di appello di Reggio Calabria il 12.2.2012, condannando lo stesso governo al Pagamento di una sanzione alla cassa delle ammende.

Gulotta era stato condannato all'ergastolo e aveva passato 22 anni in carcere, poi assolto. Naturalmente soddisfatto l'avvocato Baldassare Lauria, che così si è espresso: " il ricorso del governo era pretestuoso e mirava soltanto a sottrarsi alle proprie responsabilità, a giorni depositeremo il ricorso alla Corte di Giustizia Europea contro lo Stato italiano, per i gravi atti di tortura".

Per la strage di Alcamo Marina recentemente sono stato assolti anche Ferrantelli Vincenzo, Santangelo Gaetano, ed il bottaio di Partinico, Mandala' Giovanni sulla cui giacca fu apposto fraudolentemente il sangue del carabiniere ucciso.

La riapertura del caso dopo 36 anni e' stato possibile grazie all azione di Progetto  Innocenti, l'organizzazione italiana non governativa che si occupa della revisione delle sentenze di condanna ingiuste.

Presso La corte di appello di Reggio Calabria e' già pendente la richiesta di risarcimento danno del Gulotta che ha chiesto una risarcimento di 69 milioni di euro. Gulotta ha già dichiarato di volere finanziare una fondazione per la tutela delle vittime della giustizia.

Letto 1659 volte.
1 Commento
Dì la tua
  1. Vito D'Angelo ha detto:

    Spero solo che il Signore faccia giustizia verso questi giudici che applicano il loro potere solo per rovinare la vita ad altre persone senza controllare bene gli atti e applicando sempre la presunzione del reato, verso chi invece come Gulotta è risultato INNOCENTE.
    Spero che il governo metta mani sulla riforma della giustizia e possa rendere tutti gli uomini uguali, perché oggi la legge NON è uguale per tutti come è scritto in tutti i tribunali d’Italia ma se sei giudice puoi fare tutto anche rovinare la vita agli altri, praticamente criminali autorizzati senza nessuna pena se sbagliano.
    Invece credo che se sbagliano vanno declassificati e debbano perdere dei punteggi che non gli consentano di fare carriere sulle vite degli innocenti.
    Spero che Renzi controlli tutti gli investimenti fatti per la giustizia intesa come indagini e faccia il rapporto di quante vanno a buon fine e in caso contrario non faccia pagare agli italiani gli errori di quei Pubblici Ministeri, giudici e magistrati che già hanno torturato la vita di intere famiglie.
    HO SOLO VOGLIA DI GIUSTIZIA PER TUTTI.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>